Ma quale vandalismo è una provocazione artistica che apprezziamo

Quello che i giornalisti chiamano frettolosamente, erroneamente e strumentalmente vandalismo per noi è, invece, goliardia se non addirittura una provocazione artistica di tipo situazionista. Ci riferiamo ai castelli o piramidi alzate negli stabilimenti balneari da alcuni ragazzi usando sdraie e lettini. La criminalizzazione della gioventù non può e non deve essere accettata. Hanno poco da piangere i privilegiati dei signori balneari. La spiaggia è di tutti e loro da tempo se ne sono approvati in cambio di folli divieti e sfruttamento per chi fanno lavorare in alcuni casi anche al nero.

Servono più spiagge libere e nessun divieto di accesso al mare. Noi simpatizziamo per questi ragazzi, senza se e senza ma, che a prescindere dalle loro intenzioni hanno creato disagio ad una categoria che di disagi ne crea tanti ogni giorno a tutti i cittadini.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


due + = 7