Oltre un centinaio di persone in piazza al Varignano a vedere il film “Sulla mia pelle”

Circa 150 persone ieri hanno preso parte in piazza Don Milani al quartiere Fontanini al Varignano alla proiezione del film “Sulla mia pelle” promossa dal Cantiere Sociale Versiliese.

C’è chi abbandona le periferie e c’è chi invece cerca di rifarle vivere con iniziative culturali strappandole al degrado. La sicurezza nelle strade e nei quartieri si crea in questo modo non con la propaganda salviniana.

Alla fine le persone che ieri hanno assistito alla proiezione del film sono tornate a casa con la consapevolezza che un numero maggiore di polizia e carabinieri per le strade non danno più sicurezza. La drammatica vicenda accaduta a Stefano Cucchi e ben narrata nel film non è un fatto isolato in questo paese e non è stata opera di mele marce. La lista dei nomi è lunghissima solo per citarne alcuni: Uva, Aldrovandi, Magrini, Lonzi, Giuliani, Sandri fino al nostro concittadino Daniele Franceschi morto nel carcere di Grasse il 25 agosto del 2010

L’iniziativa promossa dal Cantiere Sociale Versiliese ha visto la partecipazione anche del Laboratorio contro la repressione “Sacko”, CSOA SARS, Officina Dada Boom, Communia Viareggio, Potere al Popolo Versilia, Repubblica Viareggina e CRO Darsene ma soprattutto di tante persone del quartiere. Dopo la proiezione del film c’è stato un breve intervento del comitato contro la repressione che ha ricordato come sia importante portare sostegno a chi lotta per avere verità e giustizia sulle morti in carcere e portare solidarietà a chi subisce quotidianamente la repressione.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 4 = venti otto