Il CRO sulla presenza di Baldini: “sosteniamo i comitati ma ci vuole rispetto per la nostra storia antifascista”

Da sempre il nostro circolo tiene le sue porte spalancate a comitati e movimenti spontanei di persone che si organizzano per affrontare temi di importanza cittadina spesso dimenticati dalla politica ufficiale. Questa apertura é e rimarrà sempre un pilastro del pensiero politico del CRO, un circolo che ha tra i suoi scopi naturali quello di volersi partecipe della vita sociale della città. Un altro pilastro, altrettanto importante, é invece l’assoluta chiusura nei confronti di soggetti portatori di istanze escludenti ed intolleranti, specie se questi soggetti ricoprono ruoli politici di primo piano. La sera del 18 settembre, sera in cui si è riunita nella nostra sede (con nostra grande soddisfazione) il comitato aria pulita, purtroppo ci siamo trovati a dover scegliere a quale tra questi nostri principi dare la precedenza poiché per la prima volta si sono trovati in contrapposizione. Abbiamo deciso, per rispetto delle persone intervenute, per il primo, l’apertura alla cittadinanza. Vogliamo che sia chiaro a tutti che questa situazione non si dovrà ripetere, ed è responsabilità anche dei soggetti ospiti del circolo, se hanno rispetto della sua storia passata e presente, far si che questo accada.
Ribadiamo con forza che il CRO era, è e resterà antifascista ed antirazzista.

il direttivo ed il presidente del CRO DARSENE

JAN VECOLI presidente ARCI Lucca versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 + tre =