In tanti a Lido di Camaiore per Mimmo Lucano. Solidarietà anche a Massimo Lettieri e Gianfranco Castellotti e a chiunque subisce repressione

Alla fine sono un centinaio circa gli autoconvocati che si sono ritrovati a Lido di Camaiore per esprimere solidarietà a Mimmo Lucano, arrestato in modo pretestuoso per colpire un altro modello di accoglienza. L’appuntamento era al Pontile ma la pioggia ha fatto spostare il raduno sotto le logge tra via Gigliotti e il viale Colombo. Appena uscito il sole c’è stata una passeggiata con tanto di striscioni e bandiere fino in cima al pontile. Oltre a Laboratorio contro la Repressione “Sacko”, Cantiere Sociale Versiliese, Communia Viareggio, Potere al Popolo Versilia, Officina “Dada Boom”, CSOA SARS, Partito Comunista dei Levoratori, Repubblica Viareggina, Brigata Muto Sociale per l’Abitare che hanno distrtribuito un volantino firmato congiuntamente dove denunciavano il pesante clima che si respira nel paese anche per responsabilità del ministro dell’interno. Hanno partecipato anche ARCI, ANPI, Associazione Senza Confini, Lega Ambiente, il consultorio transgenere e il comitato 9 febbraio antifascista e antirazzista. Davanti al pontile sono stati fatti alcuni interventi. Oltre a Mimmo Lucano la solidarietà è stata estesa a Massimo Lettieri di Ri – Maflow, arrestato ad agosto con accuse infamanti e adesso ai domiciliari e a Gianfranco Castellotti nelle mani della polizia turca. L’unica colpa di Massimo è quella di avere contribuito a recupaerare una fabbrica e creare lavoro senza padroni. L’unica colpa di Gianfranco è quella di essere andato a fare l’osservatore in Turchia dove un regime dispotico incarcera, se addirittura non uccide, gli oppositori.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

2 Responses to In tanti a Lido di Camaiore per Mimmo Lucano. Solidarietà anche a Massimo Lettieri e Gianfranco Castellotti e a chiunque subisce repressione

  1. marco betti says:

    andate a lavorare,barboni,!!!!

    • admin says:

      Hai poca fantasia nei commenti e non meriti risposta. Tuttavia non censuriamo perché è bene che tutti leggono il tuo nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 2