Repubblica Viareggina ha partecipato all’iniziativa della FIALS sulla sanità e intanto prosegue la raccolta di firme su acqua, aria, parco e ospedale

Come Repubblica Viareggina vogliamo denunciare ancora una volta l’atteggiamento scorretto del Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, in particolare, ma anche degli altri Sindaci della Versilia e dei vertici dell’azienda Usl presenti alla riunione della Conferenza dei Sindaci il 27-11-2018, tenutasi in comune a Viareggio, dove ancora una volta, nella riunione, hanno detto di tutto, ma si sono ben guardati di spiegare la legge regionale al pubblico presente in aula. E quindi negando di fatto quale sarà il futuro del nostro Ospedale. Ma cosa sta accadendo alla sanità Toscana per colpa del presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, lo sappiamo bene. La legge che Rossi ha imposto ha inteso riorganizzare la Sanità, accorpando tutte le 12 Asl toscane in 3 nuove grandi Aree Vaste Aziendali Usl. La nostra è individuata, come Aria Vasta Usl Nord Ovest e prevede che ci siano 4 ospedali: Massa, Pisa. Livorno e Lucca. Stante a quanto prevede la legge regionale il nostro ospedale diverrà prima o poi un Piot (Presidio Integrato Ospedale Territorio), dove non ci sarà un reparto di emergenza ed urgenza con rianimazione, chirurgia, ortopedia, ma unicamente con un punto di primo soccorso, con una guardia medica e qualche ambulatorio. Crediamo che tutto questo vada impedito per tale motivo, come Repubblica Viareggina abbiamo partecipato il 15 dicembre alla mobilitazione indetta dalla FIALS e nello stesso tempo continuiamo a portare avanti una petizione popolare in difesa dei beni comuni. Invitiamo le cittadine e i cittadini a firmare per difendere sanità, aria, acqua e parco. E’ giunto il momento di riprendersi le nostre vite contro il mostro liberista. E’ giunto il momento di riaffermare che la vita di ognuno vale più di qualsiasi profitto. Per questo ci batteremo sempre contro privatizzazioni, tagli, smantellamenti e ogni progetto speculativo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno × 7 =