Viareggio è una città antifascista e le numerose iniziative del 25 Aprile lo confermano.

Viareggio è una città antifascista e lo è da sempre, non lo si scopre certo oggi, ma la giornata che si è appena conclusa lo conferma senza alcuna ombra di dubbio. Le esternazioni stizzite di qualche consigliere della Lega non muteranno di una virgola questa realtà.

Già alla vigilia vi sono state iniziative di ANPI, CGIL e ARCI. E mentre al palasport si giocava la semifinale scudetto del campionato di hockey su pista, tra CGC Viareggio e Lodi, i tifosi viareggini esponevano lo striscione “Buon 25 Aprile.”

La giornata del 25 Aprile è iniziata, invece, con l’importantissima decisione del consiglio comunale di votare un ordine del giorno che vieterà ai fascisti di usare spazi pubblici. I leghisti e l’unica consigliera grillina, per qualcuno in procinto di passare anche essa alla Lega, hanno vergognosamente abbandonato l’aula. La mattinata ha visto sfilare per le strade di Viareggio anche una biciclettata antifascista molto partecipata promossa dal CRO e da Viareggio Meticcia. C’è stato poi il consueto appuntamento dell’ANPI a Largo Risorgimento che ha visto un notevole aumento di partecipazione rispetto agli anni precedenti. Infine 25 Aprile in Cantiere con un pranzo a cui hanno partecipato un centinaio di persone ma molte di più sono quelle che sono passate in tutta la giornata per visitare il mercatino dello Spazio Fuori Mercato, la sala giochi messa a disposizione dalla Mansarda Creativa, la mostra sugli altri partigiani allestita da noi di Dada Viruz Project, per cantare con il karaoke, per visitare la libreria popolare Dada Media Book o semplicemente per stare in piacevole compagnia a bere un bicchiere di vino.

25 Aprile in Cantiere è un appuntamento ormai consolidato da anni e anche quest’anno è riuscito alla grande. Numerosi gli interventi prima e durante il pranzo. Oltre a quello del Cantiere Sociale Versiliese, che ha annunciato la partecipazione assieme a Repubblica Viareggina e all’Officina Dada Boom alla festa dell’Autogoverno nella Pineta di Levante dal 26 al 30 luglio prossimi, sono intervenuti esponenti attivi nei comitati contro le antenne, nella lotta contro l’asse di penetrazione e del Laboratorio contro la Repressione “Sacko”. Molto gradito il messaggio di saluto dell’ANPI nelle figure di Filippo Antonini presidente dell’ANPI provinciale di Lucca e di Luca Coccoli presidente dell’ANPI sezione di Viareggio.

Il Cantiere Sociale Versiliese ha anche annunciato una grande sorpresa per l’autunno quando festeggerà 10 anni di attività.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette + = 13