L’ANPI ha scritto al sindaco di Lucca perché vieti il Foro Boario a Casa Pound.


“E’ giunta notizia che è stata inoltrata al Comune di Lucca, da parte dell’associazione denominata “Epsilon” una richiesta di spazio pubblico presso Foro boario, di proprietà del Comune di Lucca stesso, per una iniziativa da svolgersi in data 4 maggio p.v.

Tale iniziativa è stata indetta dall’associazione “Epsilon” per festeggiare il decennale della nascita del movimento politico “Casapound” a Lucca.

Riteniamo, come ANPI, tale iniziativa molto grave, perché questa associazione, come facilmente riscontrabile, è legata al movimento politico “Casapound” di chiara ispirazione fascista ed essa stessa non fa nessun mistero di professare tale ideologia.

Di conseguenza poniamo l’attenzione su iniziative e/o manifestazioni che si rifacciano a principi anticostituzionali ed illegali, come previsto dalle norme in vigore a proposito della riorganizzazione del partito fascista: XII disposizione transitoria della Costituzione, legge Scelba (645/1952 ) e la legge Mancino (205/1993). La nostra richiesta, di negare il suddetto spazio, è ancor di più avvalorata da una recente delibera del Comune di Lucca del 21/12 u.s che sottolineando quanto previsto nella deliberazione 87/2017 ”ribadisce l’impegno per la giunta a concedere il patrocinio del Comune di Lucca nonché l’uso e l’occupazione di locali, spazi e luoghi pubblici solo ai sottoscrittori di una esplicita dichiarazione di riconoscimento nei valori della Costituzione, della Resistenza e della democrazia”. Non vogliamo -pertanto- neanche pensare che si sia concesso l’utilizzo di un fondo comunale, anche di fronte ad un eventuale documento firmato, senza alcuna verifica all’attinenza di quanto previsto dalla vigente normativa nazionale e locale sul tema del fascismo. Infatti, l’ANPI da anni chiede con forza lo scioglimento di tale associazione che si richiama in modo chiaro ed evidente al fascismo , in ottemperanza alle sopracitate norme nazionali.

Invitiamo -pertanto- il Comune di Lucca a non concedere a tale associazione gli spazi pubblici richiesti o ritiri i permessi già concessi per l’iniziativa del 4 maggio ed inoltre richiediamo, al riguardo, un incontro urgente con il Sindaco di Lucca, dr. Tambellini.”

ANPI Provinciale di Lucca

ANPI sezione di Lucca

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 + = sedici