Potere al Popolo Versilia ha partecipato a Massa al presidio indetto da USB in solidarietà dell’insegnante sospesa

Ieri abbiamo partecipato al presidio davanti alla prefettura di Massa, indetto a livello nazionale, in molte città, dal sindacato di base USB, in sostegno alla protesta contro la sospensione dell’insegnante Maria Rosa Dell’Aria, riteniamo per mera intimidazione politica, in violazione degli art. 21 e 33 della Costituzione sulla libertà di pensiero e di insegnamento.
Riteniamo un affronto alla dignità di insegnanti, studenti e di tutti i cittadini la possibilità anche minima di poter sanzionare diritti inviolabili nel loro esercizio legittimo.
Una petizione che ha raccolto, in meno di 48 ore, 200.000 firme, per essere depositata alla prefettura di Palermo per chiedere la revoca del provvedimento.
Come Potere al Popolo riteniamo inoltre essenziale sostenere l’azione e la crescita dei sindacati di base, in alternativa sindacati confederali asserviti al potere costituito.
Le continue riforme scolastiche di stampo neoliberista, con la scusa dell’autonomia, hanno definitivamente delineato la figura di istituti-azienda e presidi-manager, sempre più spesso pronti a prostrarsi ad ordini e minacce che calano dall’alto.
Questa sospensione ingiustificata è solo l’ennesimo esempio di repressione, smembramento ed involuzione dell’Istruzione in questo Paese, per cui l’insegnamento del libero pensiero critico finisce per essere condannato. Potere al Popolo Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− sei = 1