Festa dell’Autogoverno Venerdì 26 luglio parte con il concerto del Piotta.

C’è attesa per la festa dell’Autogoverno promossa assieme da Repubblica Viareggina, Cantiere Sociale e Officina “Dada Boom” ma con la partecipazione, anche, di molte altre realtà. Si è svolta stamani una conferenza stampa dove è stato illustrato dettagliatamente il programma.

Dal 26 al 30 luglio, nella pineta di Levante di Viareggio si terrà la festa dell’autogoverno. Sarà una festa ricca di avvenimenti che prevede un programma ricco con la partecipazione anche di varie realtà sociali. Sarà una festa antirazzista, femminista, anticapitalista ed ecosocialista.

Il 26 si parte con il concerto del Piotta, ma nei giorni successivi si esibiranno la Serpe d’Oro e i We Love Surf e ci sarà spazio anche per il teatro impegnato grazie alla Giove Teatro e a Red Circus che il giorno 29 metteranno in scena  tre spettacoli “Vietato”, “Reazione a catena” e “Il litorale degli schiavi.”

Ci sarà spazio anche per dibattiti e approfondimenti, tutti previsti per le ore 18,  si parte venerdì 26 luglio con il tema: “Sanità, casa, lavoro, immigrazione e accoglienza dove interverranno: Mario Toni (Comitato della Sanità pubblica della Versilia), Sandro Giacomelli (operaio Piaggio COBAS PISA), Giovanni Ceraolo (ASIA/USB Livorno) Don Massimo Biancalani (Parroco di Vicofaro Pistoia) coordina Mario Giannelli. Sabato 27 luglio il tema sarà l’ambiente: “Come difendersi dalle nocività delle grandi opere?” Interverranno: Riccardo Domenici (No Asse Viareggio), Rossella Bertelli (Versante Apuano e Potere al Popolo Versilia), Giacomo Verde (Museo Popolare della Pineta), Dario Buffa (ecomitato contro la discarica ex cava Viti), Nicoletta Dosio (No TAV), Tommaso Fattori (consigliere regionale di SI Toscana a Sinistra) coordinano Giacomo Marchetti e Daniele Cinquini. Domenica 28 si parlerà della questione di genere e dei diritti del mondo LGBTQ+  titolo dell’incontro è “Dopo Verona … come proseguire la difesa dei diritti e della libertà Sessuale?”ed interverranno: Regina Satariano (Consultorio transgenere), Ersilia Raffaelli (Casa delle donne di Viareggio), Mauro Muscio (Libreria Antigone LGBTQ di Milano), Paola De Nigris (Non una di meno Roma), coordina Claudia Galli. Il 29 spazio a temi internazionali con cartoline da Kurdistan, Yemen, Parigi e Venezuela interverranno: Laura Silvia Battaglia (giornalista freelance), Giulia De Luca (giornalista Radio 3 fondatrice agenzia sudamericana di notizie), Aurelie Dianara (Potere al Popolo Parigi), Karim Franceschi (combattente italiano contro l’ISIS) coordina Alessandro Ravenna Alla festa dell’autogoverno ci sarà un ampio spazio per i prodotti fuori mercato e ci saranno inoltre stand di varie associazioni come i familiari delle vittime della strage di Viareggio, Palestine Children’s Relief Fund, del Laboratorio contro la Repressione “Sacko”, della Brigata Mutuo Sociale per l’abitare e dei vari sindacati di base e forze politiche come Potere al Popolo. Ci sarà una libreria allestita e un bar aperto tutti i pomeriggi a partire dalle 17.30. Le cucine che apriranno alle ore 20 e chiuderanno alle ore 22 serviranno sia cibo di terra che di mare che cibo vegano. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per delle giornate all’insegna del divertimento, della buona musica e del buon cibo ma anche della discussione politica.

Le compagne e i compagni della festa dell’Autogoverno Viareggio

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro − = 1