“Non è questo il momento di tagliare alberi.” Partecipata assemblea contro l’asse di penetrazione al museo popolare della pineta.

Si è svolta giovedì 29 agosto, presso il museo popolare della pineta, una importante assemblea contro l’asse di penetrazione dal titolo “Non è questo il momento di tagliare gli alberi.” Prima dell’assemblea si sono svolte tre performance realizzate da artisti che fanno vivere il museo. L’iniziativa coordinata da Mario Giannelli ha visto gli interventi di Murat Onol (Collettivo superazione), Giacomo Verde (Collettivo Dada Boom), Alessandro Ravenna (Cantiere Sociale Versiliese), Gianluca Venturini (CSOA SARS), Daniele Cinquini (Repubblica Viareggina), Riccardo Domenici (Inquilino della palazzina No Asse), Andrea Lami (Comitato Salviamo la Pineta), Gabriele Farnesi (Potere al Popolo) e Stefano Pasquinucci (Consigliere Comunale). Al dibattito hanno partecipato una settantina di persone tra cui anche esponenti del Comitato della Sanità Pubblica della Versilia, del Movimento Cinque Stelle, del Partito Comunista e del Partito Comunista dei Lavoratori. Molti gli spunti emersi come: la preoccupazione per l’Amazzonia che brucia e la ferma condanna a Bolzanero; il sostegno alle giovani generazioni impegnate nel Friday foro future; la critica alle logiche di profitto del sistema capitalistico insensibile alle tematiche della salute e dell’ambiente; critiche anche alla green economy e al capitalismo verde. E’ stato sottolineato come sia importante sostenere la piantumazione di nuovi alberi e di come sarebbe auspicabile chiudere al traffico sia il centro di Viareggio che la Darsena. Infine è stata valorizzata l’esperienza di resistenza del museo popolare della pineta che fa incontrare il bello dell’arte con il bello della natura. Intanto per l’autunno diversi comitati ambientali del Nord Toscana manifesteranno a Viareggio e molte delle forze presenti all’assemblea di giovedì parteciperanno a quell’appuntamento anche per ribadire la loro contrarietà alla costruzione dell’Asse di penetrazione.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 3 = sette