Il PCI solidale con i lavoratori della Ponsi.

L’amara conclusione della vicenda Ponsi, marchio storico di quella che fu la grande stagione del manufatturiero viareggino e versiliese, non solo rattrista e induce ad esprimere la più profonda solidarietà ai lavoratori ed alle loro famiglie così duramente colpite, ma impone riflessioni oramai ineludibili, sia di carattere generale sia di orizzonte locale.
Per quanto detto, come sezione di Viareggio del Partito Comunista Italiano, desideriamo sottolineare come, anche in questo caso, siano i lavoratori a pagare scelte padronali errate, mancanza di programmazione e di innovazione, assoluto disinteresse alle persone ed ai luoghi dove esse operano e mancanza di rispetto delle più elementari relazioni umane e sindacali. E questo nonostante le capillari e  puntuali iniziative dei lavoratori e del sindacato a difesa dello stabilimento, per il mantenimento dei livelli di occupazione e contro il deciso e purtroppo attuato dislocamento.
Tutto ciò non è bastato; ma le responsabilità non sono solo aziendali.
Infatti come comunisti viareggini non possiamo non rimarcare la totale e incomprensibile  latitanza che in tutti questi anni ha contraddistinto l’atteggiamento dell’Amministrazione Del Ghingaro. Il Sindaco, anziché trascorrere il tempo enunciando improbabili proclami, avrebbe potuto e dovuto interessarsi attivamente della questione e del futuro concreto dei nostri concittadini; purtroppo tutto ciò non è avvenuto, tanto che la proprietà Ponsi, in mancanza di risposte per l’individuazione di un nuovo sito sul territorio comunale, fu indotta ad emigrare a Massarosa.  
Quanto accaduto di fatto aggiunge solo amarezza e rabbia alle tante vicende che hanno segnato la nostra storia recente: il teatro Politeama, lo stadio, la piscina, il centro storico, svuotato e abbandonato da troppe attività commerciali, ed altro ancora danno il senso di quanto questa Amministrazione latiti rispetto alla realtà cittadina e ai suoi bisogni. E’ forse ipotizzabile che tutto ciò accada solo in virtù del fatto che al Sindaco poco importi della nostra città?
Riteniamo che sia giunto il momento che si faccia chiarezza, di sapere cosa intenda fare il Sindaco per Viareggio e dunque dove voglia arrivare. Le risposte di cui la città ha bisogno stanno nei fatti!
Il PCI di Viareggio, a partire da queste considerazioni, invita la parte migliore della città a non cedere alla rassegnazione ed alla collera ma ad impegnarsi per costruire un futuro politico e amministrativo diverso, all’altezza dei problemi e delle sfide future che ci attendono, partendo dalla gente che lavora, che opera nel sociale, per costruire percorsi di cittadinanza attiva in grado di dare risposte ai problemi reali, finalmente lontani da atteggiamenti arroganti e presuntuosi.

Segreteria di Viareggio del PCI

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 + nove =