La solidarietà di “Porti Aperti” con Don Biancalani. Possibile raccogliere fondi presso Lettera 22 in via Mazzini.

Il Gruppo “Porti Aperti” di Viareggio solidarizza con don Biancalani, parroco di Vicofaro, che nei giorni scorsi ha subito un altro attacco razzista. “Dopo le minacce di Forza Nuova e dell’ex Ministro Matteo Salvini, i ragazzi ospiti della parrocchia hanno trovato sul sagrato della chiesa, alcuni volantini scritti a mano con pesanti offese, anche omofobiche, rivolte al parroco che dal 2015 ospita circa 250 migranti nelle sue parrocchie di Ramiri e Vicofaro – si legge nel comunicato stampa :”Pensiamo sia importante condannare questa vergognosa provocazione e dare una solidarietà concreta, organizzando una raccolta fondi per aiutare nella sopravvivenza quotidiana le persone accolte. Ci teniamo a ricordare che don Biancalani non solo non riceve i fondi per l’accoglienza, ma è stato lasciato solo anche dalla curia. Riteniamo importante sostenere questa realtà così significativa a poca distanza da noi, oggetto di pesanti attacchi proprio come quelli che sono stati portati a Riace e a Mimmo Lucano, che hanno rappresentato la cancellazione di un’esperienza di convivenza e di riqualificazione del territorio applaudito e studiato in tutto il mondo. Ci appelliamo ai singoli, ai gruppi, associazioni, realtà che lavorano sul territorio e che, come noi, condividono il sogno di costruire una società antirazzista e solidale. Facciamo sentire la nostra solidarietà dando un piccolo contributo e facendo circolare il più possibile questo appello”. La raccolta Fondi si svolgerà nella sede di “Lettera 22”, in via Mazzini 84 a Viareggio e durerà fino alla metà di novembre.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


1 × = sei