Repubblica Viareggina: “Ma quale polo verde con PD e Italia Viva che hanno votato di tutto.”

Apprendiamo con preoccupazione, e non poche perplessità, che in città si è costituito un sedicente “Polo Verde” dove trovano sede anche il Partito Democratico e Italia Viva, partiti che hanno grandi responsabilità sia sul piano locale che nazionale in materia di tutela ambientale. Il Partito Democratico sul piano locale si è preso la forte responsabilità di votare un Regolamento Urbanistico che spalanca le porte a nuove costruzioni, se questo “Polo Verde” è davvero interessat o alla lotta contro la cementificazione forse dovrebbe riconsiderare il ruolo di questo partito fra le sue file. Italia Viva poi è un partito fondato da Matteo Renzi, non è forse lui che con il Decreto Sblocca Italia spalancava porte e finestre a nuovi impianti di incenerimento nelle zone carenti?? Se questo “Polo Verde” tiene all’economia circolare e alla qualità dell’aria dovrebbe tenere le debite distanze da certi partiti che magari ora (caso strano in campagna elettorale) si saranno pure ricreduti ma fino a poco tempo fa votavano delibere e atti che di verde avevano molto poco. Come Repubblica Viareggina siamo più che disponibili a relazionarci con liste civiche e società civile per discutere di un idea nuova di città, ma nel necessario processo di rinnovamento non possono e non devono trovare posto esponenti di partito che hanno delle forti responsabilità sullo stato in cui oggi si trova Viareggio. La passione per l’ ambiente richiede un impegno quotidiano, e non parte certo dai partiti ma dall’autogestione sul territorio e passa per una visione di città ecosocialista. Si fa un gran parlare di centri di riuso, di piantumazioni, di idee di città. Repubblica Viareggina su questi temi rivendica un impegno di lotta lungo più di 5 anni, di lotta e di opposizione su atti che pure il Partito Democratico ha votato, se davvero adesso si sono ricreduti ce ne rallegriamo ma suggeriamo come atto di coerenza di non presentarsi alle elezioni, non ci si può incatenare al potere e nel frattempo voler occupare il posto di chi non lo ha, è un problema morale prima che politico.

Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − sei =