Potere al Popolo Versilia contro l’irresponsabile e propagandistico viaggio della Ceccardi.

È un fatto grave, gravissimo, che per fini che riteniamo esclusivamente elettorali si prendano iniziative palesemente in contrasto con la legge e potenzialmente rischiose per la salute pubblica. Ci riferiamo all’avventura dell’eurodeputata leghista Susanna Ceccardi, ex sindaca di Cascina e candidata alla presidenza della Regione Toscana per tutto il centrodestra, che in piena emergenza pandemia per il nuovo Coronavirus ed in aperta violazione dei decreti per il contenimento del contagio, ha pensato bene di organizzare un pullman per recuperare, a Barcellona, 46 italiani che altrimenti sarebbero rimasti bloccati alle Canarie.
A poco servono le rassicurazioni in merito ai permessi che sono stati richiesti e solo presumibilmente rilasciati, quando lo stesso ex ministro leghista Gian Marco Centinaio, anch’egli sul pullman, si lascia scappare ai microfoni di Repubblica che pare non avessero nemmeno l’autorizzazione del Ministro degli Esteri per lasciare il Paese.
E ancora meno servono le rassicurazioni sullo stato di salute dei passeggeri, che ricordiamo essere stati in 46 all’interno di un solo pullman, dell’assessora leghista al Comune di Pisa Gianna Gambaccini, presente in qualità di medico, dal momento in cui non conta niente il fatto che nessuno fra i passeggeri presentasse sintomi, avendo il virus un periodo di incubazione di circa due settimane, come sappiamo, ed essendo questi passeggeri non messi nelle adeguate condizioni per poter rispettare gli standard di sicurezza.
La stessa motivazione della “spedizione di salvataggio” risulta essere falsa, poiché in realtà la Farnesina già stava lavorando affinché gli italiani che lo desideravano potessero rientrare in Patria, mentre via mare ci sono navi che svolgono regolarmente il loro servizio fra Barcellona ed alcuni porti italiani, contrariamente a quanto affermato dalla fangosa propaganda leghista.
Risulta inoltre che l’arrivo del pullman non sarebbe stato annunciato dalle autorità competenti alla direzione della Pisa Mover, costretta ad interrompere momentaneamente il servizio navetta – con la quale i nostri connazionali si sarebbero poi recati all’aeroporto G. Galilei – per la sanificazione di questa, come degli ascensori, dei bagni e delle zone di attesa.
Così, mentre la Lega in Toscana denuncia i tagli alla sanità, gli stessi o peggio attuati dalla stessa Lega, per esempio, nella Regione Lombardia in favore dei privati, alcuni loro stessi esponenti di rilievo prendono iniziative pericolose e da irresponsabili.
La Ceccardi, rispondendo all’opposizione, mette una pezza peggiore del buco affermando di non temere ripercussioni per questa sua avventura in pullman, in quanto da decreto gli spostamenti per esigenze lavorative sono permessi, così lei si sarebbe incaricata di andare personalmente a recuperare i connazionali in qualità di eurodeputata, dimostrando un pressappochismo nell’interpretazione del proprio ruolo che ha ben pochi precedenti.
E se già le cose vanno male in Toscana, con il PD alla presidenza della Regione, da che pulpito la Lega si propone come valida alternativa di governo?

Potere al Popolo Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× cinque = 45