Art Virtual Happening, il reo – daismo al tempo del Covid 19

Tempi difficili quelli che viviamo. Costretti a stare in casa, impossibilitati a socializzare, bombardati dai media che ci parlano solo di morte e paura, per colpa del covid 19. Nel rispetto delle normative e per la salute di tutti, anche, l’Officina Dada Boom, come molte altre realtà culturali e sociali del territorio ha sospeso le sue attività nei suoi spazi. Ma in occasione dell’equinozio di primavera, ha realizzato un art happening virtuale grazie ad un idea di Enzo Correnti ed Ivette Berti.

Gli artisti REO-DADA hanno invitato a partecipare e a compiere un’azione artistica, in cui il protagonista non fosse il panico, ma al contrario il VIRUS fosse l’arte in ogni sua manifestazione. In tanti hanno risposto. Almeno un centinaio di artisti che hanno inviato le loro opere. E’ stata una giornata che ha visto usare i social in modo intelligente regalando fantasia, creatività e colori, a chi ha seguito sui canali facebook dell’Officina Dada Boom la ricca giornata. Alla fine centinaia tra Poesie, Opere, Video-Art, foto, Sculture, Danza, Installazioni, Collage, Musica e Performance sono state pubblicate ad esorcizzare questi tempi cupi ma anche a voler dire che l’amore per l’arte e per la denuncia sociale continua. Stiamo in casa ma non stiamo zitti.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 7 = dieci