Rete Ambientale e comitati contro elettrosmog hanno scritto all’amministrazione comunale di Viareggio in merito al 5G

Lettera aperta all’amministrazione Comunale di Viareggio in materia di elettrosmog e di tecnologia 5G.

Egregi Signori,

Vi informiamo che, a causa della attuale situazione sanitaria, non è stato possibile presenziare all’incontro con i tecnici e con l’Assessore Pierucci previsto per il 6 aprile, richiesto per chiarimenti sui problemi riguardanti l’elettrosmog e il 5G. La convocazione, infatti, ottenuta dopo nostro interessamento presso il Prefetto di Lucca, è stata annullata dalla vostra segreteria.

Inoltre siamo stati contattati da molti cittadini preoccupati per la notizia apparsa sul Tirreno dell’ 11 aprile us., di una “Nuova antenna per la telefonia spuntata dal nulla in via dei Coltivatori alla Migliarina”;

Al riguardo si chiede:

  • quale tipo di tecnologia è stata installata sul suddetto impianto ?
  • Perché sono state tagliate le piante d’alto fusto nelle vicinanze?

Con l’occasione, sollecitiamo nuovamente le risposte ai seguenti argomenti:

  1. Per il Sito di Via Matteotti quando è previsto lo spostamento della centrale elettrica, dei tralicci dell’alta tensione e dell’antenna (S.R.B) della Vodafone ?

(vedi anche la Delibera Consigliare n.° 37 del 02- 12- 2015, il Regolamento Urbanistico approvato ed il Piano della telefonia mobile).

  1. Quali sono le intenzioni del Sindaco e della Giunta in merito alla Delibera Consigliare n. 21 del 29/04/2019 contro le istallazioni di antenne della tecnologia 5G, votata all’ unanimità?
  2. Quante sono le richieste dei Gestori per la telefonia, presentate entro 31 ottobre 2019?

Rinnoviamo altresì le seguenti richieste, riassunte in 6 punti:

  1. Diffidiamo nuovamente l’Am/ne Comunale da far installare la tecnologia “5-G” sul territorio.
  2. Un Regolamento sulla Telefonia Mobile che preveda tutele per la salute della popolazione.
  3. Valori limite effettivi di campo elettro-magnetico più cautelativi di quelli previsti dalle norma di legge, tenuto conto del tasso elevato di mortalità della Versilia
  4. Un disciplinare per i controlli dei valori di emissione e di quelli effettivi di campo elettro-magnetico.
  5. Il blocco di ulteriori impianti S.R.B ivi comprese le richieste dei Gestori al 31/10/2019
  6. Una informazione pubblica in tempo reale sui valori effettivi di campo elettro-magnetico.

Ricordando che sul territorio sono in essere 29 Siti con 58 impianti (S.R.B) e che sono previste ulteriori 9 aree con ulteriori 19 impianti, una decisione del Sindaco, quale garante della salute pubblica, di fare installare anche gli impianti “5G” costituirebbe un atto gravissimo.

Chiediamo una risposta scritta ai suddetti quesiti.

Distinti saluti

Rete Ambientale della Versilia, Comitato Via Matteotti, Comitato Marco Polo, Comitato Pedona Ambiente e Salute

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


4 + = nove