La FGC per il Fronte Unico di Classe

Nel corso della quarantena, il FGC ha proseguito la sua lotta per una scuola pubblica e accessibile a tutti, opponendoci alla modalità della didattica a distanza la quale non ha dato alcuna garanzia per gli studenti. Oggi il FGC vuole fare la sua parte per l’organizzazione del contrattacco verso la crisi che scoppierà dopo l’emergenza Covid-19, che ci porterà a condizioni ancora peggiori della crisi del 2008. Vi è oggi la necessità di un orizzonte tattico diverso, che sia in grado di mobilitare la classe lavoratrice su punti avanzati come l’opposizione alle politiche dell’Unione Europea, opposizione al Governo Conte e una forte alternativa al Centro Sinistra (PD e LeU). Se non ci sarà l’organizzazione, i lavoratori saranno totalmente privi di difese. I grandi gruppi imprenditoriali oggi sono sempre in contrasto tra loro sulla gestione dell’economia; ma hanno un solo e unico punto in comune: quello di far pagare i costi della crisi ai lavoratori. Ecco perché a questo Fronte Unico dei Capitalisti noi proponiamo la costruzione del Fronte Unico di Classe e la gioventù può e deve esserne un asse portante. Il FGC farà la sua parte per questo durissimo lavoro, coinvolgendo il movimento studentesco il quale deve unirsi alla lotta dei lavoratori per dar loro maggior forza in un momento di così grande difficoltà. Dunque saremo presenti in piazza a Viareggio per promuovere le rivendicazioni politiche della mobilitazione che si terrà in tutta Italia il prossimo 6 Giugno per il Fronte Unico di Classe, con la prospettiva di proseguire questo importante percorso per la salvaguardia della nostra classe di riferimento contro i padroni.

Duccio Checchi- segretario Fronte della Gioventù Comunista Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 2 = cinque