Domenica 14 giugno flash mob in passeggiata e poi dalle 17,30 presidio in difesa del parco al Museo Popolare della Pineta.

L’appello lanciato dal Museo Popolare della Pineta, che da quest’anno sarà dedicato a Giak Verdun, alter ego del nostro amato Giacomo Verde scomparso lo scorso 2 maggio, è stato accolto da moltissime associazioni ambientaliste e forze sociali e politiche che hanno a cuore le sorti del parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli. Il piano integrato della Regione Toscana e il protocollo d’intesa stilato dal consiglio del Parco col comune di Viareggio sono dei provvedimenti, che se realizzati, metteranno in pericolo l’integrità del territorio del parco, con il rischio concreto di un suo ridimensionamento o di un suo utilizzo per manifestazioni ed eventi a scopo di lucro che avrebbero un impatto devastante sull’ecosistema dello stesso. Per difendere il parco da simili progetti, per ribadire una netta e convinta contrarietà all’asse di penetrazione, ma anche per dire no al taglio degli alberi, all’istallazione delle antenne del 5G, per dire si, invece, alla ristrutturazione dello stadio e alle spiagge libere dal molo al fosso dell’Abate è stata costruita una ricca giornata di mobilitazione ambientalista che vedrà il programma iniziare alle 16 con un concentramento in Piazza Mazzini da dove partiranno una serie di flash mob per tutta la passeggiata fino ad arrivare poi alle 17.30 al Viale dei Tigli nei pressi dello stadio per congiungersi al presidio e partecipare al taglio del nastro per l’inaugurazione della terza edizione del Museo Popolare della Pineta. Ci saranno performance, letture di poesie, un ricordo di Giacomo Verde e poi interventi in difesa del parco.
La lista dei promotori comprende: Collettivo “Dada Boom” e Collettivo SuperAzione che gestiscono il museo popolare della pineta; Extinction Rebellion Lucca, Valle del Serchio, Pisa, Firenze e Arezzo, Amici della Terra Versilia, WWF Alta Toscana, Fridays for Future Versilia, Legambiente Versilia, Earth Strike Lucca che daranno vita al flash mob. Inoltre aderiranno al presidio: Comitato per la Salvezza della Pineta, Comitato Via Matteotti, Rete Ambientale della Versilia, Viareggio più Verde, Repubblica Viareggina, Potere al Popolo Versilia, Cantiere Sociale Versiliese, CSOA SARS, Toscana a Sinistra, Partito Comunista dei Lavoratori, Movimento Cinque Stelle, Non una di meno Viareggio .

“Noi non ci battiamo per difendere la Natura. Noi siamo la Natura che si difende!”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 3