ASIA/USB e Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare tornano a parlare del problema residenze a Viareggio.

“L’emergenza abitativa a Viareggio non accenna a diminuire così come il problema delle residenze. Perdere la residenza, significa perdere una serie di diritti acquisiti come: il medico di famiglia o la possibilità di votare, anche se si è cittadini italiani, per questo è importante che anche chi non ha una fissa dimora abbia una residenza in una via fittizia. A Viareggio esiste grazie ad una vecchia delibera di giunta la famosa “via dei Vageri.” Purtroppo sempre più spesso l’assegnazione di tale diritto si scontra con impedimenti burocratici e con atteggiamenti troppo rigidi. Ultimamente abbiamo il caso di un adolescente marocchino, il quale frequenta una scuola superiore in questa città, a cui non è stata assegnata la residenza in va dei Vageri. La delibera parla in modo chiaro: Chiunque abbia un legame con il territorio deve avere la residenza in via dei Vageri. Ora se non è un legame stretto con il territorio quello di  frequentare, da anni, una scuola superiore della città; ci chiediamo noi quale lo sia? Questo episodio è però solo la punta di un iceberg di una situazione che noi, e non solo noi, da anni denunciamo. Presto scenderemo nuovamente in piazza per chiedere che la via dei Vageri sia assegnata a chi ne ha bisogno e non escludiamo nemmeno l’ipotesi di presentare un esposto alla procura della Repubblica.”
ASIA USB
Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 2 = sei