Solidarietà a chi è sotto processo a Viareggio per un mediazione in un sfratto.

C’è a chi piacerebbe intimorire la solidarietà di classe e la lotta sindacale con ridicoli processi ma non si fermano così le lotte. Ancora una volta la repressione si accanisce sul movimento di lotta per la casa viareggino. Nove compagni più l’inquilino di casa, ovvero dieci persone numero perfetto per far scattare le aggravanti, sono sotto processo solo per avere difeso il diritto all’abitare di una persona malata nel lontano 2013. Aver chiesto un rinvio dello sfratto in una normale trattativa sindacale è divenuto il pretesto per l’ennesima azione repressiva contro chi denuncia e lotta contro il dramma dell’emergenza abitativa. A tutte/i le/gli imputate/i va la nostra ferma solidarietà.

Laboratorio Contro la Repressione “Sacko”

Museo Popolare della Pineta

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 1 = nove