Striscione di protesta contro Lega e PD alla Torre Matilde.

Striscione ironico alla Torre Matilde, ma non troppo, contro la visita di Matteo Salvini in città. La Torre Matilde era una prigione usata, durante il ventennio fascista, per rinchiudere preventivamente gli antifascisti quando Mussolini arrivava in città.
“Rinchiudeteci nella Torre? Libertà di contestazione solo per il PD? Lega =PD” così recita lo striscione polemico non solo contro la Lega ma anche contro il Partito Democratico colpevole di fare contestazioni fasulle e di avere lasciati inalterati i decreti sicurezza.

Intanto in una nota Mario Giannelli di Repubblica Viareggina afferma “E’ previsto, per stasera 14 agosto, l’ennesimo comizio di Matteo Salvini a Viareggio, tanto è in vacanza a Forte dei Marmi, e farà finta di lavorare arringando la folla come al suo solito. Ennesimo comizio ed ancora assurde attenzioni preventive da parte delle forze dell’ordine verso compagne e compagni che vengono chiamati a casa per sapere quali sono le intenzioni? Solo pochi giorni fa una trentina di persone si sono recate a contestare in modo pacifico con uno striscione che recitava “Ceccardi/ Giani invertendo l’ordine dei Fattori il risultato non cambia.” e subito la polizia ha circondato impedendo ai manifestanti di avvicinarsi. Non è stato impedito, invece, ad Alberto Veronesi di fare la sua pagliacciata. Non è la prima volta che ad esponenti del PD viene permesso quello che non viene permesso alle compagne e ai compagni di altre realtà politiche e sociali. Ricordo che proprio durante il processo per la contestazione al leader della Lega nel 2015 fu rinviato a giudizio una persona, estranea alla politica ma riconosciuto in quanto tifoso del Viareggio Calcio e fu invece non rinviato a giudizio Alessio De Giorgi portavoce di Matteo Renzi che si trovava a contestare. E’ evidente che c’è chi è più uguale davanti alla legge di altri. Per questi motivi abbiamo deciso di non contestare Matteo Salvini, stasera, lasciandolo ai “democratici” Quel PD che da oltre un anno governa al posto della Lega e non ha modificato di una virgola i decreti sicurezza e non ha rivisto gli accordi con la Libia. Quel PD che in Toscana sostiene Giani che invoca i carri armati e che a Viareggio ha commissariato un partito per imporre dall’alto la propria linea di sostegno al sindaco uscente. Per protestare abbiamo appeso alla Torre Matilde uno striscione con su scritto: “”Rinchiudeteci nella Torre? Libertà di contestazione solo per il PD? Lega =PD” Veronesi e Ceccardi sono, infatti, due facce della stessa medaglia e non solo politicamente ma anche culturalmente. Anni fa gli Stadio cantavano “Chiedi chi erano i beatles?” Bene non chiedetelo a questi due. La prima denigrerà Immagine una delle canzoni più importanti del ventesimo secolo. Il secondo crede che John Lennon sia ancora vivo come dimenticare la sua memorabile gaffe nel luglio 2015 quando disse che lo avrebbe invitato al Festival Pucciniano”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


2 + = quattro