A 10 anni dalla morte di Daniele Franceschi attendiamo ancora giustizia.

Esattamente dieci anni fa, il 25 agosto 2010, nel carcere di Grasse moriva il viareggino Daniele Franceschi. Dopo un decennio fatto di processi, condanne e assoluzioni ma sopratutto di misteri irrisolti, come quello degli organi scomparsi, la verità e la giustizia per Daniele sono ancora lontane. Ricordiamo come nel carcere francese di Grasse quella morte non sia stata né la prima né l’ultima. Ricordiamo come nelle carceri della fortezza Europa si continua a morire, ma ricordiamo anche il grande coraggio di mamma Cira che si è sempre battuta con devozione e dignità per avere giustizia per il figlio. Daniele non era un criminale, era in attesa di giudizio e alcuni giorni prima aveva chiesto aiuto perché stava male. I suoi appelli purtroppo rimasero inascoltati e il 25 agosto trovò la morte. Una morte che era evitabile. Noi continuiamo a solidarizzare con Cira e con tutte e tutti quelli che chiedono giustizia pe Daniele e gli altri detenuti morti in carcere.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× quattro = 28