Il Comitato Sanità Pubblica Versilia contro la devastazione aderisce alla mobilitazione del 24

Il Comitato Sanità Pubblica Versilia contro il depotenziamento dell’Ospedale Unico Versilia e i Servizi sanitari Territoriali, nato nel 2016 sotto la spinta di cittadini/e, lavoratrici e lavoratori della sanità, contro ​i pesanti tagli alla sanità pubblica e lo smantellamento di ospedali e presidi sanitari da parte della Regione Toscana e del governatore Rossi, aderisce alla giornata di ​mobilitazione del 24 ottobre, “Fermiamo la devastazione”, promossa da Athamanta.
Anni di denunce e iniziative, volantinaggi, incontri e riunioni, seminari, assemblee, presidi, consigli comunali aperti, manifestazioni, in difesa della sanità pubblica, universale e solidaristica, per rivendicare + ospedali + posti letto + personale sanitario, liste d’attesa adeguate ​alla gravità di ogni caso, salute e sicurezza per pazienti, lavoratori e lavoratrici, e in solidarietà con chi è colpito ​dalla repressione per ​aver informato e denunciato nell’interesse della collettività.
La battaglia per una vita sana si afferma con la prevenzione e, dopo il danno subito, con la cura. Per questo, lottiamo con coscienza e scienza: – per una sanità in grado di fare prevenzione per la vita degli esseri umani e per un ambiente salubre; – per condurre indagini epidemiologiche sulle modalità d’insorgenza, di diffusione, di frequenza delle malattie in rapporto alle condizioni dell’organismo, dell’ambiente, della popolazione; – per essere preparati di fronte a emergenze drammatiche e di morte come quella che stiamo vivendo e che abbiamo subito.
La salute non è una merce, la sanità non è un’azienda.
Il lavoro è vita SE e QUANDO in accordo con la salute, la sicurezza, l’ambiente, la natura.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + 2 =