E’ nata la Rete versiliese contro la crisi.

Documento fondativo di RETE versiliese CONTRO LA CRISI
PERCHE’ NESSUNO VENGA DIMENTICATO!
PERCHE’ PAGHI CHI NON HA MAI PAGATO!

La RETE vede la convergenza di soggetti politici, sindacali e di movimento, oltre che a singoli, impegnati sul territorio specialmente sul fronte sociale, sanitario e ambientale. Unisce una serie di constatazioni di verità ormai conclamate a livello mondiale e che la pandemia, che sta mietendo vite e semina miseria tra le categorie sociali più deboli, ha messo solo in stringente evidenza:
 Il sistema capitalistico, basato sul profitto, è ingiusto, irrazionale e distruttivo.
 Il divario tra pochi ricchissimi e la massa impoverita si allarga e lo fa anche nelle crisi, che sono crisi di sistema. E’ già accaduto nel secolo passato, é accaduto nel 2008, accadrà ancora con il COVID 19, si
vedono già chiari segnali.
 La ricerca scientifica, troppo spesso incatenata dalle sole logiche di profitto, viene alacremente sfruttata per creare algoritmi spesso imperfetti che tentano di manipolare le nostre vite da lontano, che sono capaci di far moltiplicare o dimezzare capitali nella velocità di un click, ma dimenticata
immediatamente quando si tratta di tutela della salute, dell’ambiente e di prevenzione.
 La sanità privata, sinonimo di speculazione sulla salute, ingrassata sulla destrutturazione della SANITA’ PUBBLICA, si dilegua davanti ad eventi tragici come quello che stiamo attraversando.
Ci unisce ancora un’analisi della situazione italiana che aggiunge verità conclamate:
 Tutte le conquiste sociali, dal lavoro, alla sanità, alla scuola, alla casa, conquiste della Resistenza prima e delle lotte degli anni ’50-’70 poi, sono state smantellate.
 Ciò é potuto accadere con la regia, nella commedia dell’alternativa (leggi alternanza), sia del centrodestra che del centrosinistra.
 Le forze sindacali faticosamente costruite lotta su lotta (oggi chiamati Sindacati Confederali), sono
diventate preda di una burocrazia che oscilla tra l’inettitudine e la complicità.
QUINDI UNITA’ NELL’IMPEGNO
Uniti, con la voglia e la determinazione di continuare ad unire sia in zona che nazionalmente, andremo a pretendere il rispetto di ognuno perché nessuno sia dimenticato:
 Gli operatori e operatrici della sanità chiamati/e eroi, ma sottopagati/te, ricattati/e con l’esternalizzazione e massacrati/e dai turni.
 Chi lavora nella scuola e che ancora sta aspettando mesi di stipendio.
 I lavoratori/trici del turismo, quelli/e emergenti, “riconosciuti/e”, ma anche gli/le sconosciuti/e che operano nei settori più umili e del lavoro nero e che oggi ingrossano le fila dei disoccupati/e.
 Le piccole attività, le piccole aziende turistiche, le piccole partite iva
 Il mondo degli appalti selvaggi, dalla cantieristica navale ai servizi pubblici esternalizzati.
 Le famiglie in emergenza abitativa.
 Le donne lavoratrici alle quali è triplicato il lavoro di cura di parenti malati o con disabilità, perché costrette allo smart working da casa o le donne che hanno dovuto lasciare il proprio posto di lavoro per accudire i figli a casa da scuola.
 I lavoratori/trici della cultura e dello spettacolo in ginocchio per la crisi mancando sostegni reali.
Ci rivolgeremo a chi, con ruolo e doveri per legge, (sindaci, Prefetto, Presidente della Toscana) dovrà rivedere le priorità di organizzazione e di intervento.
Ci rivolgeremo agli stessi e agli imprenditori privati perché nessuno rimanga senza il proprio lavoro, pagato, garantito e recuperato dalla precarietà e dalla mancanza di sicurezza.
Crediamo sia urgente e necessario sostenere le vertenze sociali e sindacali in atto e quelle che inevitabilmente sorgeranno nei prossimi mesi, cercando di unificarle sotto parole d’ordine e rivendicazioni di carattere generale, in primis un reddito universale d’emergenza per tutte e tutti e una patrimoniale che faccia pagare i costi della crisi a chi sta in cima alla piramide sociale.
PER FARE QUESTO ABBIAMO BISOGNO DI FORZA. CHIEDIAMO A CHI CI CONDIVIDE DI UNIRSI A NOI.
RETE versiliese CONTRO LA CRISI Dicembre 2020

https://www.facebook.com/Rete-Versiliese-Contro-La-Crisi-104860378169790 EMAIL rete.controlacrisi@gmail.com
ADESIONI AL 12 DICEMBRE 2020
in ordine alfabetico: ASIA USB Viareggio, CANTIERE SOCIALE Versiliese, COBAS Versilia, Collettivo “Dada Boom”, FIALS, NON UNA DI MENO Versilia, PAP Versilia, PCL Versilia-Lucca, PRC Versilia, Repubblica Viareggina, Sportello Medico Popolare Viareggio, Unione Inquilini Viareggio, Viareggio a Sinistra

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 + = dodici