Repubblica Viareggina perplessa sulla decisione della Fondazione Carnevale di rendere il biglietto cumulativo nominale.

La decisione della Fondazione Carnevale di far diventare nominativi i biglietti cumulativi, ci lascia profondamente perplessi. Non è tanto una questione di privacy o di controllo, bensì una questione di natura economica. Vorremmo sapere se il biglietto dovrà essere usato esclusivamente dalla persona a cui è intestato o se lo potrà prestare ad un familiare? Negli anni passati, famiglie numerose non abbienti compravano magari due biglietti che permettevano a quattro o più persone della stesso nucleo, naturalmente, facendo a turno di poter vedere il carnevale. Sarà ancora possibile questo oppure con il pretesto della sicurezza si danneggerà le persone in maggiore difficoltà economica? Il carnevale, ormai da anni, sta perdendo il suo originale spirito popolare ma questa decisione è un ulteriore salto in una direzione che non ci piace. Siamo anche fortemente critici con la scelta di avere fatto iniziare la prevendita con così tanti mesi di anticipo. Ci chiediamo, infatti, cosa accadrà se per motivi di forza maggiore i corsi mascherati non si dovessero svolgere. I biglietti saranno rimborsati oppure o no? Il carnevale di Viareggio non può essere solo business ma deve essere una festa di tutte le viareggine e tutti i viareggini per questo vogliamo auspicare che la Fondazione Carnevale non dimentichi le fasce economicamente più deboli della città.

Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 0