COBAS: “Il sistema degli appalti genera precarietà e peggioramento dei servizi”

“L’assegnazione dopo gara di appalto al ribasso segna un’altra vergognosa vicenda del mondo del sociale. La cooperativa Sociale C.RE.A perde infatti, dopo anni di gestione, la Comunità alloggio per minori di Via della Gronda, servizio storico della cooperativa che ha visto dal 1991 accogliere minori in grave difficoltà trasferiti nella casa dal Tribunale dei minori. Quella dell’offerta economica più (S)vantaggiosa sembrerebbe rimanere la base di assegnazione anche quando a farne le spese sono persone indifese. Da trent’anni lavoratori e lavoratrici qualificati, formati dall’esperienza e dalla continua formazione, avevano sviluppato un servizio professionale per far fronte alle problematiche di carattere sociale a cui questi utenti erano esposti: lavoratori che si ritrovano insieme agli utenti ad essere oggetto di vendita contro ogni loro volontà A farne le spese saranno soprattutto proprio i minori che da una parte si ritroveranno un servizio che per forza di cose non sarà uguale al precedente, servizio che immaginiamo abbia sviluppato in questi anni, grazie all’esperienza sul campo, il suo impianto teorico e operativo. Quello delle gare di appalto del terzo settore è una piaga che ciclicamente colpisce tutti i lavoratori, che dopo anni di servizio e dopo la scelta consapevole di far parte di una cooperativa dove mettere in essere la propria professionalità si ritrovano a dover cambiare datore di lavoro, spesso a condizioni più svantaggiose e imposte, come accaduto alle lavoratrici del servizio di assistenza scolastica del comune di Forte dei Marmi che dopo aver dovuto cambiare cooperativa a causa di una gara d’appalto si sono viste trasformare il contratto a tempo indeterminato in un contratto a tempo indeterminato con sospensione estiva. Il sistema degli appalti, lo sosteniamo da sempre, generà precarietà e peggioramento dei servizi (ci auguriamo che in questo caso non sarà così). Ed è per questo che ribadiamo con forza che l’unica vera soluzione non può essere che l’internalizzazione dei servizi in appalto, soprattutto per quanto riguarda settori così delicati come l’assistenza ai minori o i servizi educativi. Come Cobas Lavoro Privato della Versilia non possiamo che dirci rammaricati e vicini a questi lavoratori a cui diamo la massima disponibilità anche solo per un confronto, ricordando che ci potete trovare al Cantiere Sociale In via Belluomini 18, Viareggio quartiere Varignano o in alternativa potete chiamare i seguenti numeri: 3206857939 – 3384487680”

COBAS VERSILIA

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 8 = sedici