Blitz del Cantiere Sociale alla Torre Matilde. Per celebrare la Liberazione, bandierone e fuochi di artificio.

“Alla vigilia del 25 Aprile abbiamo deciso di compiere una forte azione simbolica nel cuore di Viareggio (Torre Matilde) per ribadire ancora una volta un concetto molto chiaro: W la Liberazione! Con queste semplici parole abbiamo voluto festeggiare la Liberazione dal nazi-fascismo, compiuta grazie al contributo inestimabile delle formazioni partigiane che hanno dato vita alla Resistenza italiana: con il loro sacrificio, portato avanti nel nome dei valori dell’antifascismo e della libertà, hanno riscattato un Paese intero dalla vergogna di vent’anni di fascismo. Nessun revisionismo storico potrà mai mettere sullo stesso piano gli oppressori e chi ci ha liberato.Ma crediamo anche che oggi più che mai abbiamo bisogno di nuove Liberazioni. Innanzitutto è assolutamente urgente liberare il pianeta da un sistema produttivo che ci sta portando verso l’auto-distruzione delle società umane: la drammatica pandemia che stiamo vivendo è il campanello d’allarme più evidente delle conseguenze portate dalla distruzione degli ecosistemi naturali e dal cambiamento climatico. Solamente una prospettiva eco-socialista potrà impedire che l’attuale sistema economico collassi su sé stesso. Ma è necessario liberarci anche dall’oppressione del patriarcato e del razzismo. Da anni i movimenti femministi e per i diritti LGBTQI lottano a livello globale per sradicare la cultura patriarcale che da secoli attanaglia tutte le società. Così come il razzismo è insito nella struttura stessa degli equilibri di potere mondiale, dove la stragrande maggioranza della popolazione del sud del mondo è vista esclusivamente come eccedenza da governare con politiche neo-coloniali sempre più oppressive.Infine crediamo sia necessaria una liberazione dallo sfruttamento dell’uomo sull’uomo, alla base del mondo in cui viviamo: finché il lavoro sociale di tutte e tutti noi non sarà orientato al bene collettivo, ma solo al profitto di pochi, non potremo essere veramente liberi.In un momento storico così drammatico come quello che stiamo vivendo, che si ripercuote così in profondità sulle vite e sullo stato d’animo di tutte e tutti noi, non possiamo che festeggiare una data del passato così importante per noi come il 25 Aprile, guardando al futuro, impegnandoci per ottenere nuove Liberazioni. W la Resistenza! W il 25 Aprile!”

Cantiere Sociale Versiliese

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 + = quattordici