“Fate pulizia al vostro interno.” Parole provocatorie in Piazza Statuto a Pietrasanta.

L’amministrazione comunale di Pietrasanta, non ha mantenuto le promesse e ha iniziato a rimontare il cantiere anche in quella parte di piazza dove era stato dismesso. L’abbattimento dei tigli sembra, quindi,a destinato a riprendere nonostante le osservazioni contrarie di alcuni agronomi e anche di un ornitologo ma soprattutto, nonostante, la contrarietà di una ampia fascia della cittadinanza. Ieri, 4 maggio, diverse persone si sono presentate, in modo totalmente pacifico, nell’area adiacente il cantiere. Si sono presentati sul posto, anche, un dirigente dell’anticrimine e una dirigente della DIGOS. Quest’ultima se ne sarebbe uscita con una frase che non è stata gradita alla piazza. “Fate pulizia al vostro interno.” Insomma dopo il primo paternalismo dei giorni scorsi, dopo la denuncia per interruzione di pubblico servizio ad una giovane attivista, la quale ha avuto il coraggio di salire su di un albero con il sostegno di tutta la piazza arrivano i consigli. Consigli interessati, e mirati a dividere il movimento in buoni e cattivi per renderlo più debole. Si tratta di un vecchio trucchetto. I movimenti al loro interno devono, certo, fare pulizia ma da eventualii infiltrati, da agenti provocatori e da opportunisti e per il momento non sembra il caso del movimento che difende i tigli, a Pietrasanta, che ci appare anzi come un movimento sano e pulito. Quindi queste provocazioni lasciano il tempo che trovano. Un movimento sano e pulito ma anche deciso e determinato, che non ha alcuna intenzione di veder abbattere altre piante per i capricci di una amministrazione che ogni giorno che passa si dimostra sempre più inadeguata a governare la città. Intanto il Laboratorio contro la Repressione Sacko ha attaccato alcuni manifestini di solidarietà con i denunciati che non devono essere lasciati soli. Per stamani 5 maggio è prevista una nuova mobilitazione promossa dal comitato le voci degli alberi. Dalla sua pagina facebook anche Potere al Popolo della Versilia invita a .scendere in piazza, naturalmente senza bandiere. Alla manifestazione aderirà anche la Rete Versiliese contro la Crisi.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 1 = otto