Per Rifondazione Comunista l’erba al viale dei Tigli è stata falciata in malo modo ma soprattutto sono stati feriti i Tigli e devastati i vialetti.

“In questi giorni si è provveduto al taglio dell’erba sul viale dei Tigli.

Il tutto è avvenuto, presumiamo, senza alcun controllo e verifiche degli uffici competenti, se invece il controllo fosse avvenuto, crediamo che gli addetti al controllo non abbiano svolto adeguatamente il lavoro affidatogli, o forse non erano sufficientemente preparati.

Si è proceduto in questo lavoro con mezzi e attrezzature obsolete, degne di una fattoria maremmana e non di un luogo sensibile e delicato come il viale, dove si deve intervenire con estrema cura e attenzione.

L’erba è stata falciata in malo modo, lasciandone la gran parte a terra con raccolta frettolosa o inesistente, che continua ad elevare il manto erboso rispetto al manto stradale e a riempire i fossi d’erba e sabbia rimossa dal macchinario.

Nella falciatura si è trinciato ogni cosa che la macchina trovava sul percorso come lattine, mascherine e ogni detrito che persone incivili avevano abbandonato nel tempo.

Le ruote del trattore hanno devastato ulteriormente i vialetti laterali lasciando solchi profondi e pericolosi, ma la cosa ancora più grave è che sono state inferte ferite alle piante di Tiglio in giovane età, pregiudicando quindi la vita delle stesse.

Veniamo quindi a chiedere nuovamente che l’Amministrazione comunale si doti di apposito dirigente e personale in possesso delle specifiche conoscenze e titoli atti al controllo e alla salvaguardia del verde urbano.

Tutti i lavori appaltati e non, vengono eseguiti senza alcuna verifica e collaudo da parte dell’Ente, un comune come il nostro, dove l’attività principale è il turismo e quindi l’accoglienza, necessiterebbe di un apposito assessorato con la solo delega alla tutela del verde, alla sua manutenzione e al conseguente miglioramento della città.”

Bruno Belluomini

Segreterio del Circolo di Viareggio del Partito della Rifondazione Comunista

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 − uno =