Non una di Meno Viareggio: “Troppe banalizzazioni sulla violenza. Le frasi di dondolini figlie di una cultura patriarcale.”

“Gli episodi di violenza a cui da alcuni tempi la nostra città è costretta ad assistere ha radici difficili da spiegare in un post sui social, e riteniamo che episodi così carichi di valenza sociale vadano affrontati in punta di piedi per non cadere in semplicismi e banalismi .La cultura della violenza è una piaga a cui assistiamo ogni giorno, nelle case come nelle strade, nel vivere sociale e nelle relazioni, nei gesti e nei linguaggi. Per sradicare questa inclinazione che sta colpendo i più giovani, dobbiamo ripartire da un educazione nuova, indirizzare i ragazzi e le ragazze ad accogliere le pluralità e le fragilità che ogni giorno incontrano nel loro vivere. Questo compito tocca a tutti e tutte, alla scuola come alla famiglia, all’ industria culturale come alla politica. Quanto ha affermato Marco Dondolini consigliere comunale di Viareggio per Fratelli d’Italia non è altro che il risultato di una cultura patriarcale fondata sull’ignoranza e sul semplicismo becero, carattere predominante del gruppo politico in questione. La cultura della donna provocatrice e della donna “causa” del male non solo tende a rimetterla al posto che culturalmente le è stato attribuito ma cerca anche di farla sentire colpevole dei mali di una società che proprio le classi politiche hanno plasmato in questa direzione, creando un continuo atteggiamento di prevaricazione e di violenza fisica e verbale in cui i giovani sono ormai ingabbiati. Come Non una di meno Viareggio ci uniamo al coro delle varie realtà viareggine chiedendo le dimissioni immediate di Marco Dondolini.”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


8 − = quattro