Nuova rubrica: “A vent’anni dal G8 di Genova.”

Siamo entrati nel mese alle celebrazioni del ventennale di quello che fu la contestazione al G8 di Genova. Non un appuntamento come un altro ma un appuntamento significativo per un’intera generazione, che si avvicinò all’impegno sociale e politico grazie a quella stagione. Si è parlato a lungo per anni di una prima e di un dopo Genova. Per chi come noi ha vissuto quella stagione ricordare non è solo un dovere, un esercizio di memoria, ma è il tentativo di comprendere cosa è accaduto non tanto a Genova in quei tre giorni bensì bensì cosa è accaduto nel mondo in questi venti anni. Sui tre giorni del G8 di Genova abbiamo già detto tutto in questi anni. Sono stati stilati documenti, scritti libri e realizzati video. La violenza dello stato, e in particolar modo dei suoi apparati repressivi, arrivò a violare la carta costituzionale nata dalla Resistenza per concretizzare un piano preventivo di controrivoluzione. Per le strade di Genova nel 2001 agirono i mercenari che avevano portato morte in Jugoslavia, Somalia e che la porteranno ancora in Afghanistan, Iraq, ecc.. Nelle prigioni furono sequestrati cittadini di tutto il mondo e brutalmente torturati. Le immagini di questi giorni che provengono del carcere di Santa Maria Capua Vetere confermano come non siamo mai usciti da una metodologia infame e vigliacca.

In questi Vent’anni il mondo ha conosciuto la spirale guerra terrorismo, il fanatismo religioso, le crisi economiche del neo liberismo, il ritorno del razzismo, lo smantellamento dei servizi sociali, il peggioramento delle condizioni di lavoro, la crisi climatica e una serie di disastri ecologici e infine la pandemia. Sono tutti questi i frutti della globalizzazione capitalistica che denunciavamo vent’anni fa. Avevamo ragione su tutto e ci spiace doverlo ripetere.

In molte città si stanno preparando appuntamenti per discutere in merito a quel grande movimento che qualcuno ribattezzò il “Movimento dei movimenti.” Anche a Viareggio ci saranno diversi appuntamenti che via via illustreremo. Il primo promosso da ARCI, ANPI e Assemblea Genova 20 anni dopo che si terrà il 16 luglio alle 21.15 presso la libreria lungomare in passeggiata davanti al Royal.

Come Dada Viruz Project dedicheremo almeno un articolo al giorno sui fatti del G8 di Genova per tenere viva quella memoria per portare spunti di riflessione e approfondire. Lo faremo dando vita ad una nuova rubrica con una pagina speciale del blog che si intitolerà “A vent’anni dal G8 di Genova.”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 2 = cinque