Ecosocialisti in piazza per lo sciopero del clima.

Qui sotto il testo del volantino distribuito al corteo dello sciopero per il clima.

“Salutiamo con grande entusiasmo il ritorno dello sciopero per il clima e le mobilitazione del Fridays For Future.

Al Pianeta resta poco tempo quindi è giusto far sentire la nostra voce. Tuttavia, non basta, solo, protestare. Occorre avere una reale proposta alternativa sulla produzione. Il sistema capitalista che genera sfruttamento dell’uomo sull’uomo e dell’uomo sull’ambiente ha miseramente fallito. Tutte le proposte di transizione ecologica, o green economy non sono altro che imbrogli. Si tratta di fuffa per permettere a chi pensa solo al profitto di continuare a galleggiare mentre il pianeta affonda. Serve un radicale cambiamento e serve adesso! Serve un sistema economico e sociale diverso che produca nell’interesse della collettività, salvaguardando i beni comuni e la natura. Pensare di riportare in Italia il nucleare, come qualche politicante propone, è semplicemente criminale. Dobbiamo partire dalla difesa del nostro territorio perché lo slogan “Pensare Globale Agire Locale” ha un suo fondamento pratico e teorico. Per questi motivi ci battiamo al fianco di chi difende la riserva naturale della Lecciona dalla costruzione di una ciclovia invasiva, che avrebbe già il suo naturale percorso sul Viale dei Tigli, per questo diciamo no a nuove colate di cemento e strade dannose, come quella dell’asse di penetrazione che stuprerebbero il parco. E giusto difendere ogni albero da un possibile abbattimento ed è altrettanto giusto metterne a dimora nuove piante, come abbiamo fatto al parco della Vetraia, ma occorre, soprattutto, prendere consapevolezza che fino a che esisterà il sistema di produzione capitalistico il pianeta sarà in pericolo per questa ragione guardiamo ad una altra idea di società. Una società che vogliamo essere anticapitalista, antirazzista, transfemminista ed ecosocialista.

Guai a rassegnarci! La lotta paga sempre!

I ritardi nella costruzione della TAV, il pronunciamento del tribunale contro i licenziamenti dei lavoratori della GKN e i diritti conquistati negli ultimi vent’anni dal mondo LGBTQA+ ci dimostrano che lottando si può vincere. Vogliamo lottare per costruireuna nuova società e salvare il pianeta!”

Ma quale Green Economy, Basta Capitalismo!

Salviamo il pianeta con l’Ecosocialismo!

Ecosocialismo Viareggio e Versilia

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, Cantiere Sociale Versiliese. Museo Popolare Giak Verdun, Potere al Popolo Versilia, Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 9 = quaranta cinque