La protesta allo Stagio Stagi di Pietrasanta era inevitabile, per il Fronte della Gioventù Comunista.

“LA PROTESTA ERA INEVITABILE”
Una dimostrazione da parte degli studenti era inevitabile. Le condizioni del Liceo Stagio Stagi è precaria da tanti anni e la pandemia ha complicato la situazione. Abbiamo ritenuto comico il comportamento delle forze dell’ordine, le quali hanno invitato gli studenti ad organizzare un corteo solo quando ormai la scuola era stata occupata. Il tutto per impedire agli studenti questa estrema forma di protesta. Ciò che gli studenti stanno portando avanti è più che legittimo in quanto dalle istituzioni, in questo caso dalla Provincia di Lucca, non giungono mai risposte per un vero piano di riqualificazione della struttura dello Stagi. Forse qualcuno l’ha dimenticato ma sono almeno 20 anni che gli studenti tirano la giacchetta alle istituzioni competenti e la situazione non si è mai risolta. È consono dunque non condannare l’atto degli alunni che si organizzano per portare avanti questa protesta, ma rivolgere le prorpie attenzioni verso coloro che non si sono impegnati a valorizzare un patrimonio come lo Stagio Stagi. Gli studenti hanno già spiegato di voler aprirsi alle altre realtà della Versilia, e come FGC diamo il nostro pieno appoggio e contributo a questa battaglia che da decenni viene portata avanti per una scuola dignitosa.”

Duccio Checchi- segretario Fronte della Gioventù Comunista Versilia

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 4 = tre