Ad un anno dalla vergognosa sentenza della cassazione sulla strage di Viareggio, i familiari e l’assemblea 29 giugno sono scesi in piazza.

L’8 gennaio di un anno fa la cassazione ha emesso una sentenza vergognosa che, di fatto, non riconosce la strage ferroviaria di Viareggio come incidente sul lavoro. Una sentenza che da subito fece discutere e vide le proteste dei familiari delle vittime di quella strage. Oggi in Piazza Campioni a Viareggio l’associazione familiari “Il Mondo che Vorrei” e l’Assemblea 29 giugno hanno promosso un presidio con striscione, volantinaggio e interventi.

Nel 2021 sono morti 1404 lavoratori e lavoratrici per infortuni sul lavoro con un aumento del 18% rispetto al 2020. A queste vittime vanno aggiunte oltre 170 lavoratori lavoratrici morti per infortuni da ‘Covid 19’. Solo in Toscana, dove a maggio è morta stritolata Luana, da inizio anno sono 54.

Ciò che è sempre più necessario è la solidarietà e la partecipazione di quanti non dimenticano.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


5 × = quaranta cinque