La solidarietà di varie realtà ai due imputati che contestarono Salvini, nel maggio 2015, a Viareggio.

Il 14 febbraio ripartirà l’ennesima udienza del processo che vede imputati due compagni per la contestazione a Matteo Salvini avvenuta a Viareggio nel lontano maggio 2015. Dopo una assoluzione in forma piena in un primo processo, e dopo la bizzarra riapertura delle indagini prosegue quella che, per noi, è solo una volgare azione repressiva. I reati sono pretestuosi e non poggiano su niente di concreto. Un processo che costa soldi alla’intera comunità e che fa perdere tempo alla giustizia solo per rispondere alla voglia di vendetta dei leghisti locali. La contestazione a Salvini fu una contestazione di popolo genuina che noi rivendichiamo in pieno. Ai due imputati va la nostra piena e convinta solidarietà.

Cantiere Sociale Versiliese – Non una di Meno – Repubblica Viareggina – COBAS Versilia – Collettivo “Dada Boom” – Laboratorio Contro la Repressione – “Sacko” – Dada Viruz Project – Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare – AS.I.A. USB

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


9 × uno =