Sabato c’è stato un presidio unitario contro la guerra a Marina di Pietrasanta.

In tutta Italia, sabato 19 si sono svolti, presidi e iniziative cotnro la minaccia della guerra tra USA e Russia in Ucraina. I media nazionali hanno dato poco risalto a queste mobilitazioni, che sicuramente hanno ancora margini di crescita ma che sono state un primo segnale di opposizione alle guerre volute dagli imperialismi. A Marina di Pietrasanta sul pontile di tonfano si è svolto un presidio a cui hanno partecipato una cinquantina di persone appartenenti ad ANPI, ARCI, Articolo Uno, Brigata Mutuo Sociale per l’abitare, CGIL, Collettivo Dada Boom, Fronte della Gioventù Comunista, Partito Comunista dei Lavoratori, Partito Comunista Italiano, Partito della Rifondazione Comunista, Potere al Popolo, Repubblica Viareggina e Sinistra Italiana. Volantinaggio e interventi dal microfono per criticare le spese militari dei governi italiani specie sugli F35, per chiedere l’uscita dell’Italia dalla NATO, per dire no ad ogni forma di guerra come prevede la nostra costituzione.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


sette × = 21