La fondazione non ferma il carnevale di Viareggio, nonostante la guerra ma tanti i messaggi di pace di carristi e machere.

Nonostante lo scoppio della guerra, la Fondazione Carnevale di Viareggio ha deciso non solo di proseguire il secondo corso mascherato ma di mantene anche lo spettacolo pirotecnico. Una scelta di poca sensibiltà da parte dei vertici della fondazione. Sono lontani i tempi di Elio Tofanelli, quando nel 2003 impose il minuto di silenzio prima dell’inizio del corso e permise ad una manifestazione di entrare all’interno della kermesse e di fare un intervento. Fortunatamente molti carristi hanno esposto bandiere della pace o cartelli contro la guerra. Esplicito lo striscione esposto dalla carretta dei Burlamatti “La guerra è un crimine contro l’umanità.”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


quattro − 4 =