Le case occupate non si toccano e ora vogliamo le residenze in via dei Vageri.

“Riprende la guerra ai poveri dell’amministrazione di Giorgio Del Ghingaro. Una guerra vigliacca e gratuita. La polizia municipale è stata mandata nelle varie case recuperate e strappate al degrado a minacciare sgomberi e denunce. Noi non ci stiamo. Invece di risolvere l’annoso problema delle residenze, in alcuni casi i vigili avrebbrero avanzato addirittura l’ipotesi di togliere la via dei vageri a chi vive nelle case occuppate. La residenza è un diritto che non può essere negato. Chiediamo alla magistratura spesso solerte nel reprimere chi lotta per il diritto all’abitare di intervenire su chi impedisce un sacro santo diritto prevvisto dalla costituzione.

Chiediamo al sindaco Giorgio Del Ghingaro, di decidersi a concedere le residenze. A noi poco interessa se nelle abitazioni occupate o nella fittizia via dei vageri. A chi è senza medico della mutua o senza la possibilità di riscuotere una pensione va bene anche a Saltocchio nella sua dimora.

I vigili, in alcuni casi, si sono presentati, facendo finta di cadere dal pero, affermando di non sapere che nelle case vivono da anni persone e che si sono alternate attraverso ingressi e uscite gestiti, in autogestione, dal movimento di lotta per la casa. Quello che avrebbe dovuto fare un’amministrazione comunale è toccato farlo a strutture dal basso autorganizzate e ai sindacati che da anni denunciano le mancanze di questa amministrazione. Quindi non ci stiamo a prendere lezioni da chi ancora non è riuscito a risolver i problemi sociali di Viareggio. Le case occupate di Via Matteotti, della stazione, del gasometro e di viale Kennedy a Torre del Lago non si toccano. A tal proposito Mercoledì prossimo faremo un’assemblea presidio davanti alla casa di Torre del Lago.”

Brigata mutuo Sociale per l’Abitare

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


− 1 = sette