Al corteo per la strage di Viareggio striscione “La giustizia dei subalterni contro la legalità dei dominanti!”

“Come ogni anno siamo al corteo per ricordare le 32 vittime della strage ferroviaria del 29 giugno 2009 e per pretendere verita’ e giustizia. Inoltre è l’ occasione per dare una risposta popolare all’arroganza e al menefreghismo espresso in questi giorni dall’amministrazione Del Ghingaro. Vergognosa la decisione di rinunciare ad essere parte civile nel processo.

Ieri eravamo sotto le case occupate delle Ferrovie per portare solidarietà alle famiglie che da cinque anni ci vivono e dicendo loro grazie per avere strappato quelli immobili all’incuria e al degrado in cui le Ferrovie le avevamo lasciate. Quattro famiglie, sei minorenni e una persona anziana e malata rischiano di essere sgomberati e finire in mezzo alla strada. Anche su questa vicenda il sindaco e i servizi sociali del comune sono latitanti.

Sembra che le Fs vogliano cedere all’amministrazione comunale quelli immobili per attività di profitto. Ancora una volta il profitto passa sulla vita delle persone.

Per noi, giustizia e legalità non solo non sono sinonimi ma sempre più spesso sono opposti. Sono opposti perché i ricchi e potenti riescono a farla franca come potrebbe accadere al criminale Mauro Moretti e come è accaduto ai tanti padroni responsabili di stragi impunite in questo paese. Sono opposti perché senza alcuna remora in nome di sentenze ottuse si sgomberano famiglie con bambini, si arrestano studenti che lottano contro l’alternanza scuola/lavoro responsbaile di alcune morti, si reprimono i movimenti sociali e ambientali come il movimento No TAV. Quanti soldi buttati nell’alta velocità, per non parlare di quelli buttati in armamenti, avrebbero potuto essere spesi per la sicurezza sui luoghi di lavoro e sui trapsorti!

E’ giunto il momento di opporsi ad amministratori incapaci, a politicanti corrotti ma anche ad una magistratura che usa due pesi e due misure. Dobbiamo opporci avendo la consapevolezza che viviamo in un sistema che mette il profitto capitalista davanti al bene comune e alle nostre vite.”

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

Cantiere Sociale Versiliese

Collettivo “Dada Boom”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


due + = 11