La Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare avverte il comune di Viareggio non provate a staccare l’acqua all’ex SARS o sarà scontro.

“Venerdì 8 luglio grazie al nostro intervento uno sfratto in centro a Viareggio è stato rinviato. Una signora con due bambini rischiava di finire in mezzo alla strada ma la nostra azione è riuscita a far guadagnare tempo e lo sfratto è stato rinviato al 15 settembre per quella data la signora e i suoi figli dovrebbero avere trovato un’altra sistemazione. Purtroppo nemmeno il tempo di respirare e ci arriva la segnalazione che la polizia municpale vorrebbe staccare l’acqua dall’ex SARS L’acqua è un bene comune di vitale importanza e staccarla è da insensibili. Nell’ex SARS, dopo lo sgombero avvenuto per opera del comune e la rioccupazione avvenuta per opera dei vari movimenti anticapitalisti viareggini, hanno trovato rifugio alcune persone senza fissa dimora ma l’altro ieri la polizia municipale si è presentata minacciando di staccare l’acqua e demolire tutto. Come Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare avvertiamo il comune di Viareggio che se solo osa compiere l’ennesimo gesto di arroganza ci troverà pronti a reagire e disobbedire. Non ce ne frega niente del loro Jova Beach e dei loro progetti speculativi su quell’area. Noi continueremo a sostenere ogni occupazione e se necessario saremo pronti alle barricate.”

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


× 3 = quindici