Repubblica Viareggina si indigna per l’ennesimo morto in strada e per il silenzio di Del Ghingaro.

“Un’altra persona, senza fissa, dimora è morta a Viareggio. Molto probabilmente questa ennesima tragedia si sarebbe potuta evitare, se il nostro comune avesse avuto una assistenza e dei servizi sociali degni di un paese civile. Purtroppo non è così. Purtroppo ogni appello sull’emergenza abitativa viene ignorato dal sindaco Giorgio Del Ghingaro e dalla sua giunta. Negando residenze e attuando sgomberi questa amministrazione aggrava, di giorno in giorno, un problema già drammatico.

Sulla sua pagina facebook il sindaco si indigna per delle locandine affisse alle pensiline ma non dice una parola per la gente costretta a dormire per strada. Il degrado e decoro ad uso e consumo dei benpensanti. Siamo profondamente indignati da questa doppia morale ma sappiamo che anche indignarsi non basta più. Serve chiedere a gran voce politiche sul sociale totalmente diverse da quelle di questa arrogante amministrazione. Serve il blocco immediato di sfratti e sgomberi, la regolarizzazione degli occupanti delle case, la costruzione di un dormitorio, la concessione della residenza fittizia a chiunque ne faccia richiesta, serve investire soldi nel sociale e non buttarli in attività di propaganda.”

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno + 2 =