A Lido, grazie a Camaiore Popolare si è parlato dei diritti dei lavoratori stagionali.

Nel centro del Lido di Camaiore al Bar Arwa si è parlato di lavoro stagionale e diritti. L’iniziativa promossa da Camaiore Popolare ha visto una discreta partecipazione e un vivace dibattito a cui ha seguito un aperitivo. L’iniziativa è stata coordinata dalla consigliera comunale di Camaiore Popolare Arianna Lombardi e ha visto intetvenire Giovanni Ceraolo di USB e Daniela Ricchetti di CGIL. Tra il pubblico presente anche il consigliere comunale di Viareggio Tiziano Nicoletti. Per molti è stata anche l’occsione per firmare per la legge di iniziativa popolare sul salario minimo promossa da Unione Popolare.

Iniziativa che ha lasciato soddisfatti gli organizzatori. Ecco il commento di Arianna Lombardi:

“Oggi con i sindacalisti Giovanni Ceraolo di USB e Daniela Ricchetti di CGIL abbiamo parlato di lavoro stagionale, a Lido di Camaiore.

Oltre ai puntuali interventi dei due relatori è nato spontaneamente un bellissimo dialogo con le persone del pubblico, che ha ribaltato le classiche dinamiche da conferenza. Persone che hanno raccontato le loro esperienze, le loro idee e anche espresso le loro obiezioni.

Abbiamo parlato dell’importanza dell’informazione a partire dalle scuole superiori, dove sono fondamentali progetti in collaborazione con i sindacati, dove si impari come funziona banalmente un contratto di lavoro… E non solo. Abbiamo parlato di come il sindacato non debba essere solo un servizio, ma essere un presidio accanto ai lavoratori e alle lavoratrici. Abbiamo parlato di stipendi che non aumentano da anni e di prezzo della vita triplicato. Abbiamo parlato di salario minimo. Abbiamo parlato di giovani, futuro e coscienza collettiva. Perché la risposta non può che essere collettiva, a cominciare dalla politica, dalle istituzioni e dai sindacati. Dobbiamo agire e noi a partire dal locale vogliamo provarci.

Continueremo con incontri tematici sul territorio camaiorese. Questi momenti di scambio sono fondamentali e danno speranza.

Grazie a tutti e a tutte le presenti. Costruiamo. n “

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 × due =