Dura presa di posizione del Cantiere Sociale sulle scritte fasciste in città già cancellate

Richiami ad Hitler, svastiche sulla porta della sede dell’associazione “Alessandro Petri”, attacchinaggi di Forza Nuova sulla sede dell’Anpi, striscioni sul comune e non ultima una scritta accompagnata da una svastica che dice : “ stiamo tornando, le camicie nere “.
Questo è il clima oggi a Viareggio; queste intimidazioni non fermeranno di certo il lavoro che quotidianamente i soggetti antifascisti fanno all interno degli spazi, alla luce del giorno, e non protetti dalla notte per vergogna e per paura, questo, lo lasciamo a loro, ai 3 Forzanovisti locali che sfruttando la situazione di instabilità della città, anche per colpa di una giunta assente ed insufficienti a frenare tali rigurgiti, provano a cercare consensi in nome della “sicurezza” inutilmente poiché incapaci.
E mentre il Gruppo Autonomo ( al quale ci accodiamo e sosteniamo ) denuncia la provocazione dei tifosi dell’ Hockey forte dei marmi che durante l’ultima partita tenutasi al palazzetto dello sport hanno provato ad esporre un effige stilizzata che richiamava il volto di Hitler, questi rigurgiti imbrattano la città con vili scritte ( prontamente rimosse ) a mo di intimidazione forse in risposta al presidio indetto dall’ ANPI a Pietrasanta e preceduto dall’assemblea più che partecipata tenutasi nello spazio sociale del Cantiere Sociale versiliese lo scorso settembre e la dura presa di posizione della giunta di Massarosa verso chi inneggia al fascismo se pur del terzo millennio o camuffato come quello di Forza Nuova.
Continueremo a vigilare, continueremo a mantenere la memoria dei Partigiani e delle Partigiane, continueremo ad onorare la memoria di chi per quelle mani ha perso la vita! Cancelleremo ogni scritta, strapperemo ogni volantino.

Ieri partigiani/e Oggi antifascisti/e

Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Gruppo Autonomo Viareggio: “Basta ipocrisie e finta indignazione”

Basta ipocrisie.
Quello che è accaduto sabato sera al palazzetto di Viareggio purtroppo non è una novità e dimostra l’intenzione, da parte di alcuni gruppi, di alzare il livello dello scontro ( per poi non presentarsi mai come mentalità ultras vorrebbe).
Rispediamo al mittente la finta indignazione della tifoseria del forte, della società e della politica fortemarmina e tutta l’ ipocrisia delle dichiarazioni del giorno dopo la brutta figura fatta.
Saluti fascisti, inni al duce e al dittatore Franco, i numeri 88 (che innneggiano ad Hitler) dietro le numerose magliette, addirittura il gruppo chiamato “squadraccia” sono anni che convivono nel palazzetto del paese a nord di Viareggio, a pochi chilometri da S.Anna di Stazzema, senza che nessuno abbia mai preso posizione.
Fortunatamente NOI del Gruppo Autonomo insieme ad altri tifosi del Centro ci siamo accorti dello striscione infame raffigurante HITLER ed abbiamo immediatamente minacciato alle autorità (sportive e non ) che se non fosse stato tolto immediatamente lo striscione non avremmo permesso che la partita si svolgesse.
La Società CGC ci ha sostenuto in questo e per ribadire le nostra intenzione ci siamo presentati in gradinata a pochi metri dai tifosi del forte che, come da copione, altro non hanno saputo fare che rimanere dove erano e nascondersi dietro la polizia (bella mentalità).
Questo è quello che è accaduto sabato sera. Le frasi di circostanza per salvarsi la faccia le lasciamo ad altri, noi rimaniamo al nostro posto e mai permetteremo che certe idee possano trovare spazio nel palazzetto o in città…

GRUPPO AUTONOMO VIAREGGIO

Posted in Senza categoria | Leave a comment

FGC: Il crollo all’alberghiero è colpa dei tagli alla scuola pubblica

“Ieri mattina e’ crollata una parte del solaio del Collegio Colombo, edificio che ospita l’istituto Alberghiero di Viareggio. Fortunatamente e’ accaduto prima dell’ inizio delle lezioni e quindi non è stato coinvolto nessuno . Non e’ la prima volta che si verificano episodi del genere nella scuola : basti ricordare il trabocco del pozzo nero, il quale ha portato all’ allagamento delle cucine situate sotto il livello stradale. E’ stato fatto un sopralluogo da parte della Provincia di Lucca, la quale ha pero’ dichiarato che i lavori non avranno luogo prima di Febbraio o, addirittura, non prima della Primavera 2018. ” Lo stanziamento dei fondi della provincia è comunque una somma insufficiente rispetto ai bisogni dell’ Istituto” afferma Duccio Checchi , responsabile del fronte del Fronte della Gioventù comunista Versilia ” i tagli eseguiti dai governi di centrodestra e centrosinistra hanno peggiorato la qualità dell’edilizia scolastica ” conclude Checchi. Non sono mancate, da parte di studenti e insegnanti, le polemiche contro la Buona Scuola; riforma che non prevede un piano adeguato per la riqualificazione degli edifici scolastici , ne tantomeno fondi adatti a fronteggiare la situazione . Molti di essi versano nel degrado , ad esempio al Liceo Stagio Stagi di Pietrasanta alcune parti dell’edificio sono inagibili mentre gli studenti del Liceo Galileo Chini svolgono le lezioni in prefabbricati. Il Fronte della Gioventu’ Comunista Versilia denuncia la presente situazione e sostiene le lotte degli studenti e dei professori per un’edilizia scolastica di qualità , in particolare sostiene le mobilitazioni del 13 ottobre contro le riforme del ministro Fedeli e contro i tagli alla scuola pubblica.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Mentre gli ultras del Viareggio sostengono la Catalogna gli ultras del Forte inneggiano a Franco ed espongono Hitler

Una certa vulgata qualunquistica sostiene che i tifosi non dovrebbero fare politica. Naturalmente, non solo non condividiamo ma pensiamo pure che sia impossibile. Ogni cosa è politica, più o meno, consapevolmente. Il Gruppo Autonomo Viareggio che da oltre un decennio segue la squadra di hockey su pista della città di Viareggio rivendica con orgoglio il suo impegno sociale e l’antifascismo come proprio valore. Essere ultras significa dovere scontrarsi con tanti pregiudizi ed essere ultras di sinistra ancora di più ma i ragazzi del Gruppo Autonomo non si sono mai scoraggiati nonostante i non buoni risultati della squadra, nonostante le diffide, nonostante i mille ostacoli. Durante il derby di semifinale di Supercoppa Italia, giocato a Viareggio, con il Forte dei Marmi le due tifoserie si sono scontrate come avviene da sempre anche ideologicamente. Naturalmente c’è ideologia e ideologia. Ci sono ideologie di morte e ideologie di libertà. La tifoseria del Forte dei Marmi ha vinto nell’ideologia di morte esponendo l’effige stilizzata di Adolf Hitler. Solo la reazione degli ultras viareggini ha costretto la polizia a fare rimuovere l’effige del tiranno responsabile della morte di milioni di persone tra il 1933 e 1945. I tifosi fortemarmini infiltrati da avanzi di galera ed estremisti di destra sono noti per saluti romani e per sventolare simboli fascisti ma a tanta infamia non erano mai arrivati. Il Gruppo Autonomo dal canto suo ha risposto con gli sfottò come lo striscione “Mafia russa e manganello le attrazioni turistiche del paesello!” Hanno esposto anche striscioni di solidarietà alla città di Livorno colpita da una violenta alluvione, agli ultras diffidati e alla popolazione catalana vittima di una violenta repressione da parte dello stato spagnolo. Proprio mentre i tifosi viareggini sventolavano la bandiera della Catalogna ed esponevano lo striscione “Catalogna Libera” dal settore ospite si alzava il vergognoso coro “Franco Franco.” Insomma da una parte chi inneggia alla libertà e da una parte chi inneggia ai dittatori.

Il Gruppo Autonomo ha ricevuto i ringraziamenti di un ex giocatore del CGC Viareggio Jepi Selva, attualmente in forza all’Oliveirense per il sostegno dato alla Catalogna la sua terra natia.

Posted in Senza categoria | 3 Comments

Volantinaggio femminista all’ospedale di Lido di Camaiore contro le obiezioni sull’aborto

Pubblichiamo integralmente il volantino distribuito da “Donne in Cantiere” e dalle “Donne di Repubblica Viareggina” davanti all’ospedale Versilia di Lido di Camaiore lo scorso 28 settembre.

“Dal 1990 il 28 settembre è la giornata globale di azione per l’ aborto come diritto istituito grazie alla lotta di gruppi di femministe latino-americane. Da allora questa battaglia è diventata internazionale e riguarda tutte le donne del mondo. Anche noi ribadiamo che il nostro corpo non ha padroni. È di nuovo il momento di pretendere rispetto sul corpo delle donne, rispetto per il nostro diritto di interruzione e prevenzione di gravidanze indesiderate, per il diritto alla contraccezione gratuita e infine il rispetto per una sessualità libera e consapevole.
È il momento di rendere la legge 194 davvero applicabile facendo prevalere la scelta della donna su quella ipocrita del personale obiettore. Medici che spesso rifiutano di praticare l’ aborto nel servizio sanitario nazionale ma non nel loro ambulatorio. La loro obiezione è violenza di genere e rende umiliante e pesante il percorso della donna che decide di abortire.
L’ OBIEZIONE E’ RESPINTA E DEVE ESSERE ABOLITA!
IL DIRITTO ALL’ ABORTO NON DEVE RESTARE CARTASTRACCIA!
Pretendiamo che diventi prerequisito essenziale all’ assunzione presso gli ospedali pubblici, l’ accettazione del diritto all’ aborto senza obiezioni.
La violenza sulle donne non è l’ ultima mode dei media, violenza è tutto ciò che priva una donna della sua libertà e la costringe ai margini della società sancendo la sua subalternità al “maschio”. L’ attacco all’autodeterminazione delle donne oggi è sempre più mirato e articolato, tocca tutte le sfere del nostro universo: dallo stupro, con cui ribadite il vostro potere e l’annullamento della nostra identità, fino ad arrivare al femminicidio che marca la precisa volontà di cancellare la nostra esistenza, di eliminare definitivamente la nostra libertà di scegliere.”

Donne in Cantiere
Donne di Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Decima ed imperdibile edizione di esserci senza esserci al “Dada boom”

Dopo il successo delle scorse edizioni torna, a grande richiesta, “Esserci senza Esserci” (decima edizione) l’ evento di arte postale curato da Enzo Correnti e della venezuelana Guroga, in collaborazione per il secondo anno consecutivo con l’ Officina Dada Boom.
Saranno almeno 500 le opere che da tutto il mondo raggiungeranno la città di Viareggio per poter essere ammirate sabato 30 settembre e domenica 1 ottobre in Via Minghetti 12 nel quartiere Varignano, uniche date terrestri.
Per l’ occasione verranno inoltre esposti altri due archivi di arte postale: il contenitore “IAC di Pontedera in attività dal 2004 al 2015 e “TRACCE DI TRAX” di Vittore Baroni.
Esserci senza Esserci” sarà una due giorni in cui l’ arte postale creerà spazio e connessione alle altre discipline, fondendole in un happening in cui anche la video arte e le performance artistiche daranno un grandioso contributo.
Le porte dell’Officina Dada Boom si apriranno alle ore 17 con una scaletta ricchissima di interventi.
Vi aspettiamo!!!

Officina d’arte fotografica e contemporanea Dada Boom

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Gli antifascisti fanno allontanare Forza Nuova dal consiglio comunale

I fascisti di Forza Nuova hanno tentato la sortita in consiglio comunale a Massarosa ma hanno trovato gli antifascisti e saggiamente hanno deciso di andarsene. Nella seduta del 25 settembre, dove il consiglio comunale ha approvato, una mozione di Sinistra Comune per Massarosa dove chiedeva di negare gli spazi ai fascisti a presidiare il consiglio comunale esponenti di ANPI, Cantiere Sociale Versiliese, Sinistra Comune per Massarosa, Repubblica Viareggina e Brigata Sociale Antisfratto.

Gli esponenti del Cantiere Sociale Versiliese hanno esposto fuori dal municipio uno striscione “Antifascisti ieri. Antifascisti oggi. Contro ogni ritorno!” Qui sotto pubblichiamo integralmente il comunicato del Cantiere Sociale Versiliese.

Dopo la fallimentare mobilitazione di questa estate a Massarosa sulla sicurezza con in prima fila Forz Nuova (FN), abbiamo deciso di presenziare al consiglio comunale di Massarosa dove era previsto all’ordine del giorno una delibera per negare spazi alle destre fasciste.
Al nostro arrivo siamo stati subito identificati, ma le sorprese non sono finte, infatti nell’atrio del comune ci siamo imbattuti in 3 Militanti di FN.

Chiaramente non ci siamo fatti intimidire da questi soggetti che oramai consociamo bene, e conosciamo bene anche le dinamiche che mettono in campo per intimidire e mettere a tacere tutto ciò che è diverso da loro.
Da lì a poco lo sparuto gruppo di frozan
uovisti ha scelto come sempre la strada più semplice, quella della Fuga! Siamo rimasti fino alla fine, rivendicando il nostro essere antifascisti, siamo rimasti togliendo di fatto lo spazio a chi fomenta odio e “valori” razzisti!
No Pasaran!”

Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment

COBAS: Quale futuro per le lavoratrici degli appalti di pulizie nelle scuole?

Quale futuro per le lavoratrici degli appalti di pulizie nelle scuole?

Con l’inizio del nuovo anno scolastico emergono ancora una volta le criticità, ormai croniche, negli appalti di pulizia degli edifici scolastici. Com’è noto, i tagli operati con l’ultima gara Consip (in scadenza a dicembre 2017) hanno portato ad un drastico taglio delle ore di lavoro, con gravi conseguenze sia per gli addetti al servizio che per l’igiene dei plessi scolastici.

Molte lavoratrici hanno accumulato in questi anni tantissime ore di banca ore in negativo, che secondo il piano ministeriale dovevano smaltire con le opere di decoro e ripristino degli edifici scolastici, cioè attraverso il cosiddetto progetto “scuole belle”. Il problema è che nella provincia di Lucca i fondi stanziati o effettivamente utilizzati dalle scuole sono stati pochissimi e temiamo che nei prossimi mesi avvenga lo stesso. Ed in conseguenza di ciò, le aziende appaltatrici minacciano di rivalersi sul tfr e la tredicesima delle lavoratrici. Tutto ciò è inaccettabile. Queste lavoratrici da anni subiscono una flessibilizzazione selvaggia, con stipendi bassissimi e sotto il continuo ricatto delle ore da smaltire. È necessario che le istituzioni pubbliche, il provveditorato agli studi in primis, si faccia carico di questa situazione e si adoperi per ricercare una soluzione che garantisca il reddito dei lavoratori.

Inoltre a breve verrà bandita una nuova gara d’appalto “ponte” che durerà dal 1 gennaio al 31 agosto, per poi permettere una nuova gara d’appalto a settembre 2018 di durata triennale. È di fondamentale importanza che venga garantita la continuità lavorativa di tutti gli addetti al servizio con l’inserimento di clausole sociali nel bando di gara, ma che sopratutto vengano stanziati fondi sufficienti a garantire il monte orario contrattuale di ciascun lavoratore e di conseguenza una corretta igienizzazione e sanificazione delle scuole.

Da tutta questa vicenda, in conclusione, emerge chiaramente a nostro avviso come il sistema degli appalti non funzioni: mentre vengono garantiti i profitti delle cooperative e delle società appaltatrici, le condizioni lavorative e i servizi al cittadino subiscono un pesante peggioramento. L’unica vera soluzione è internalizzare nuovamente questi servizi, sia per la dignità del lavoro che per usufruire di servizi efficienti. Come confederazione Cobas, metteremo nei prossimi mesi tutte le energie necessarie affinché questo obiettivo venga raggiunto.

Cobas lavoro privato Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Corsi di inglese al Cantiere Sociale Versiliese

Corsi di inglese di vari livelli per bambini e adulti al Cantiere Sociale Versiliese in via Belluomini 18 a Viareggio. A tenere le lezioni, due volte alla settimana, sarà un insegnante madre lingua inglese. Per iscrizioni e informazioni telefonare a Barbara Craig 3200415918 o scrive a info@barbaracraig.org 

I corsi inizieranno il 2 ottobre e termineranno il 6 dicembre. Level test 25 e 27 settembre.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Uno sgombero al Varignano e uno sfratto in via Battisti rinviati

Uno sgombero ed uno sfratto rinviati a Viareggio stamane grazie alla mobilitazione dei militanti della Brigata Sociale Antisfratto e dell’Unione Inquilini. Al quartiere Fontani, al Varignano, ERP non è riuscita a mettere in mezzo alla strada il nostro compagno Antonio. Per ameno altri 4 mesi, in attesa che i servizi sociali del comune trovino una sistemazione adeguata, Antonio potrà stare tranquillo in quella che giustamente considera casa sua.

Sfratto rinviato anche in via Battisti dove una famiglia rischiava di finire in mezzo alla strada per morosità incolpevole. Lo sfratto è stato rinviato al 29 novembre. La proprietà della casa è un ONLUS la Fondazione Pezzini che si vanta di aiutare i bisognosi ma che già altre volte non ha esitato a sfrattare delle famiglie nella nostra città.

Posted in Senza categoria | Leave a comment