Assemblea piuttosto partecipata in favore della famiglia minacciata di sgombero dalla casa recuperata a Largo Risorgimento

Si è svolta, come annunciato, lunedì 19 marzo, l’assemblea aperta sul diritto all’abitare promossa da Brigata Sociale Antisfratto e Unione Inquilini. L’assemblea, “partecipata al di sopra delle aspettative” con interventi di varie forze politiche e sociali, si è tenuta presso la casa occupata in via Largo Risorgimento dove vive una famiglia con tre minori, tra cui un bambino di appena un anno e mezzo nato proprio in quella casa. Ribadita la solidarietà agli occupanti che hanno recuperato uno stabile inutilizzato e se no destinato al degrado. Sono state decise una serie di iniziative finalizzate ad impedire uno sgombero che vedrebbe finire tre bambini in mezzo alla strada. Nei prossimi giorni la Brigata Sociale Antisfratto e l’Unione Inquilini proveranno ad aprire trattative con il presidente della provincia di Lucca e con l’assessore al sociale del comune di Viareggio. Sarà, inoltre, programmata una campagna in difesa di tutte le case recuperate presenti nel comune di Viareggio.

Brigata Sociale Antisfratto

Unione Inquilini

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Striscione del Gruppo Autonomo Viareggio a Sarzana al fianco di Afrin

In occasione della partita del campionato di serie A1 di hockey su Pista tra Sarzana e CGC Viareggio, giocata sabato 17 marzo nella città ligure, i ragazzi del Gruppo Autonomo Viareggio hanno appeso uno striscione contro le bombe turche sulla città di Afrin. Quanto sta avvenendo nel Rojava e in Siria avviene in un silenzio generale dell’informazione che rende complice del sultano Erdogan tutti i paesi europei.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La Collettiva Vogliamo la Luna in difesa della Casa delle Donne

Rispondendo al sindaco Del ghingaro, e non solo, anche alla sua consigliera sigra Consani, e non ultimo al sig Miracolo, la Casa delle donne è da anni riconosciuta in quell’edificio, cosi facilmente identificabile,e allo stesso tempo cosi intimo, quasi nascosto ad un pubblico curioso, cosi da dare maggior sicurezza, a tutte quelle donne che purtroppo hanno avuto bisogno di aiuto nel loro cammino. E proprio lì, in quella tranquillità, in quel rifugio tra gli alberi, donne che hanno subito maltrattamenti, trovano la forza, e il coraggio di raccontarsi, di tirare fuori quello che tengono dentro anche da anni. Sbagliatissimo spostare la Casa delle Donne da lì, non troverete mai un edificio e un luogo altrettanto adeguati!
Pertanto caro sindaco,signora consigliera e sig.Miracolo la difesa di quel casa da parte di quelle realtà sociali e politiche che in particolare il sig.Miracolo definisce strumentali e atti a bloccare il cambiamento nella verità dei fatti oltre a difendere un luogo indispensabile per le donne così com’è, voglio combattere la vecchia politica della svendita e della privatizzazione del suolo pubblico. Niente di nuovo sotto il sole. La casa delle donne no si vende né ora né mai.
Collettiva vogliamo la luna

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina contro Del Ghingaro al fianco della Casa delle Donne

Repubblica Viareggina esprime la massima solidarietà alla “Casa delle Donne” che dopo anni di considerevole attività sul territorio, è divenuta un importante presidio culturale contro il “patriarcato” e di aiuto concreto contro la violenza che le donne subiscono a Viareggio e in Versilia.
La Casa delle Donne rischia di veder svenduta la propria sede storica e compromessa -pertanto- la propria attività quotidiana a causa di scelte di un’amministrazione insensibile.
Noi di RV pensavamo che con la svendita del Principino, del Palazzetto di Viareggio e di altri beni pubblici cittadini ai privati, attraverso aste “farsa”, il vaso fosse colmo, ma al peggio che ci riserva questa amministrazione non c’è mai fine. Infatti, se prima la vendita dei beni pubblici, seppur grave ed irricevibile, fosse giustificata da fallimenti, dissesti, tribunali e curatori vari, quest’ultima ondata di svendita di beni pubblici, di cui fa parte oltre alla “Casa delle Donne” anche un asilo nido- giocheria al Marco Polo, la ex sede della CGIL e l’attuale sede dell’ANPI e dell’Istituto Storico della Resistenza, è una scelta scellerata voluta dalla amministrazione Del Ghingaro che con tanto di delibera prosegue sulle stessa linea politica quella della svendita.
La svendita del patrimonio pubblico è il miglior modo per impoverire una collettività sia da un punto di vista culturale che patrimoniale. Privatizzare beni comuni, infatti, significa sottrarre ai cittadini un ampio terreno di partecipazione politica, di esercizio della disciplina democratica, per trasferirlo pari pari alla discrezione della grande impresa. Oltre che a far cassa arricchendo i soliti noti!
A seguito della disfatta elettorale del PD e di LeU, il sig. Del Ghingaro si è proposto come garante di un rilancio della “sinistra” sul territorio; se queste sono le basi politiche che ci propone e che ci propina da più di due anni, noi non ci stiamo! Sicuramente questa non è la sinistra che vogliamo e dei loro interpreti ne facciamo volentieri a meno.
Repubblica Viareggina
Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il Cantiere Sociale Versiliese esprime solidarietà alla Casa delle Donne

Il Cantiere Sociale Versiliese esprime la  massima solidarietà alla Casa delle Donne. La giunta comunale guidata da Giorgio Del Ghingaro, ancora una volta e con la solita arroganza, mette in vendita servizi primari per la città e si nasconde dietro vane promesse, prive di ogni possibilità di realizzazione, millantando migliorie del servizio senza però confrontarsi con le donne che da vent’anni svolgono ogni giorno attività nel centro antiviolenza che ogni anno accoglie un numero sempre maggiore di donne. Nascondendo ancora dietro il dissesto, una politica di svendita totale del bene comune e l’ abbandono di qualsiasi politica sociale ignorando completamente i bisogni principali della cittadinanza casa scuola servizi di base. Ancora una volta, la gestione della città viene vista come la gestione di una azienda, trascurando il bene comune e le necessità delle persone che vivono questa città. La casa delle donne non si vende ne ora ne mai!

Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sabato pulizia della pineta, apertura del museo popolare della pineta e a “tavola coi versi” al Dada Boom

Sabato 17 marzo 2018 alle ore 17:00 verrà fondato il Museo Popolare della Pineta, nella zona adiacente allo Stadio dei Pini di Viareggio, con la presentazione delle prime opere progettate dai componenti del Collettivo Superazione e del Collettivo Dada Boom.
La zona sarà quindi a disposizione di artisti e persone (di ogni età) che intendono installare opere artistiche, che possano integrarsi con la pineta e la sua natura, in modo da trasformare la zona in un museo collettivo a cielo aperto.
L’intento è di bloccare lo scellerato progetto di asfaltificazione previsto dall’Asse di penetrazione.
Il Museo Popoare della Pineta è un’azione di creatività collettiva che intende contrastare la solita inutile opera di speculazione stradale di pessimo impatto ambientale.
Si invitano i cittadini a presenziare, Sabato 17 marzo alle ore 17:00, alla cerimonia di fondazione del Museo Popolare della Pineta, per poi progettare una propria opera che verrà presentata durante una festa di inaugurazione nel mese di luglio.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

ore 14:30 PULIZIA DELLA PINETA a cura del Coordinamento
NO ASSE, che invita la cittadinanza a partecipare

ore 17:00 CERIMONIA DI FONDAZIONE DEL MUSEO
POPOLARE DELLA PINETA, a cura del Collettivo
SuperAzione e Collettivo Dada Boom

ore 20:00 presso Officina Dada Boom, in occasione della
GIornata Internazionale della poesia, l’ imperdibile
appuntamento di “A TAVOLA COI VERSI” .
Menu di terra e menu vegano. per partecipare
prenotare al 3318371469

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Potere al Popolo solidale con gli occupanti della casa dietro all’AGIP parteciperà all’assemblea

Potere al Popolo esprime piena solidarietà e sostegno alla famiglia con minori minacciata di sgombero da parte della Provincia da uno stabile autorecuperato sito presso le Chiuse del Canale Burlamacca.
Questo edificio, lasciato all’abbandono e all’incuria come molti altri in città, è stato da qualche anno pienamente rigenerato da parte di questa famiglia fortemente colpita dalla crisi economica.
Le istituzioni ed i partiti, né prima né dopo le elezioni, hanno dato risposte alproblema “casa”; al contrario in questa tornata elettorale siamo stati gli unici ad inserire la questione nel programma. Come avevamo già preannunciato Potere al popolo continuerà ad occuparsi di questi temi anche dopo le elezioni, partendo proprio dalle vertenze che riguardano I soggetti sociali più deboli.
Le uniche risposte date dalla politica sono state svendita e sgomberi, lasciando poi le case vuote, murate e in balia del degrado. Per questo non dobbiamo lasciare che la politica sia uno strumento al servizio di pochi privilegiati, spesso speculatori, ma dobbiamo invece pretendere che risolva i bisogni primari dei cittadini tutti, e soprattutto dei più fragili.
Invitiamo a partecipare, in difesa dello stabile recuperato, all’assemblea pubblica di Lunedì 19 Marzo alle 18 presso la casa stessa al Q.re Varignano (dietro distributore Agip).

Potere al Popolo Viareggio

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto al fianco di una famiglia con tre minori che rischia sgombero

Mentre le forze politiche del post elezioni pensano a spartirsi interessi e poltrone, le persone con i problemi reali continuano a subire attacchi da parte di quel sistema che ci vuole poveri, stolti e ignoranti. La famiglia che lo scorso anno si è ritrovata in mezzo ad una strada con una donna incinta e due minori e che con coraggio e disperazione ha recuperato una casa abbandonata e non assegnata di proprietà della Provincia, ha ricevuto, da parte della stessa autorità, la minaccia di sgombero entro 10 gg dall’avviso. Vogliamo ricordare che questo immobile era perfettamente abitabile, valutazione resa tale anche dopo la supervisione di nostri geometri e ingegneri e per ciò ingiusto lasciarlo all’abbandono e al degrado. La mattina dell’occupazione, venne un responsabile della Provincia che con fare arrogante e minaccioso non volle neanche vedere la donna incinta al nono mese, intimandoci che avrebbe immediatamente provveduto ad aprire le procedure di sgombero; rispondemmo che eravamo disposti a sostenere legalmente la famiglia e la stessa a pagare un piccolo contributo affitto alla Provincia, ristrutturando a proprie spese l’immobile e riconvertendolo ad un posto vivibile e non più degradato. La lettera di pochi giorni fa rende ovvia la risposta delle istituzioni. Per questo ci opporremo allo sgombero, ricordando che esiste una delibera dell’ex Ministro Minniti inviata a tutti i prefetti, che stabilisce l’impossibilità di uno sgombero (soprattutto con minori) se non vi sono state prima trovate soluzioni dignitose che sopperiscano all’emergenza abitativa dell’intero nucleo familiare, prevedendo anche che i Comuni effettuino una mappatura degli immobili pubblici sfitti e li utilizzino in casi di emergenza abitativa o di sgomberi.

Brigata Sociale Antisfratto

Unione Inquilini

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Dal 10 al 25 marzo al Dada Boom “Opere senza Opera”

All’Officina di arte fotografica e contemporanea Dada Boom di via Mingetti a partire dal 10 fino al 25 marzo ci sarà “OPERE SENZA OPERA” Esposizione evento del Collettivo Superazione e Luca De Silva

L’opera più importante di un’arte che ha la coscienza di essersi sviluppata dopo Duchamp e il Dadaismo è la vita stessa. Una vita che metta in dubbio le convenzioni sociali e che vada oltre la creazione di opere estetiche (solo per gli occhi) per aprire spazi di esperienze cognitive personali e collettive. Opere, azioni, non finalizzate alla creazione di un’opera d’arte. Ma finalizzate ad usare le “opere” come mezzi di sovversione cognitiva e agitazione culturale. Opere viventi. Destinate a passare, ad essere abbandonate, bruciate, eleminate per essere superate dalla vita ma comunque necessarie per stigmatizzare un momento, un evento, un processo evolutivo o politico.
A questa filosofia si ispirano i componenti del Collettivo Superazione (Barbara Fluvi, Omer Murat Onol, Giacomo Verde, Paola Bonaiuti, Catia Lari Faccenda) e Luca De Silva (socio onoraro del Collettivo) per la mostra evento che prenderà vita al DadaBoom di Viareggio dal 10 al 25 marzo 2018. Un’esposizione che intende sperimentare gli attuali limiti dell’arte contemporanea senza farsi inglobare dalle mercantili leggi della spettacolarizzazione artistica. Come farebbero degli antichi filosofi cinici post-dadaisti. Un’ultra-mostra in continua mutazione ricca di eventi che vanno dall’impegno politico al non-sense, dalle riflessioni filosofiche con presentazione di libri al dolce far niente, dalla musica popolare alla performance urbana. Sconfinamenti di generi e modalità creative oltre le separazioni che certo non appartengono alla vita vissuta da ognuno di noi.

Il programma prevede

Sabato 10 marzo ore 18: inaugurazione Performance di presentazione del Collettivo Superazione (saremo accompagnati dalla musica di Rony Bargellini e Serena Billeri) Performance di Murat Onol / Monologo fra due gemelli Performance di Luca De Silva / Arte in cenere ore 21:00 Serata musicale con Rony Bargellini e Serena Billeri

Domenica 11 marzo ore 18: presentazione del libro “Giacomo Verde, videoartivista” Ed. ETS, Pisa, 2018.Con Francesca Maccarrone e Andreina Di Brino. ore 21: passeggiata di gemellaggio col Cantiere Sociale Versiliese per raggiungere l’ evento “Teatro al Cantiere” , della compagnia “If Prana” e “Giove Teatro”
Sabato 17 marzo ore 18: Performance del Collettivo Superazione in appoggio ai NO ASSE. Viale Dei Tigli, zona progetto. Fondazione del Museo Popolare della Pineta.
ore 20: A tavola coi versi con buona cucina e tanta poesia.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Interessante presentazione del libro “Le Cospiratrici” da parte delle Donne in Cantiere

Giovedì 8 marzo presso il Cantiere Sociale Versiliese di via Belluomini al Varignano si è svolta l’interessantissima presentazione del libro “Cospiratrici rivoluzionarie russe di fine Ottocento. Lettere e memorie di Olimpia Kutuzova Cafiero” di Martina Guerrini. L’iniziativa promossa dalle Donne in Cantiere, con la presenza dell’autrice, è stata molto interessante. Il libro edito dalla biblioteca Franco Serrantini, e con la postfazione di Antonello Venturi, tratta temi poco noti di donne rivoluzionarie attive tra la Russia e l’Italia del diciannovesimo secolo.

Posted in Senza categoria | Leave a comment