Repubblica Viareggina risponde alle inesattezze e alle strumentalizzazioni di Franco Cima del PD

Franco Cima del PD dice una serie di inesattezze a cui sentiamo il dovere morale di rispondere. In primo la polizia non ha difeso la sede del PD. Le forze di polizia erano dalla parte opposta della strada e hanno tirato un sospiro di sollievo quando i manifestanti si sono allontanati dalla “zona calda” per occupare la sede del PD. Naturalmente l’occupazione è stata simbolica e al di là dell’ammainare le bandiere non ha creato alcun danno. Occupazione simbolica ma necessaria per sottolineare l’incoerenza e l’ipocrisia di una forza politica che prima vota ordini del giorno, (lo scorso 25 settembre il consiglio comunale si è impegnato a non concedere spazi a formazioni neofasciste) che poi disattende. Vogliamo ricordare che a Pontedera un sindaco ha negato la sala addirittura a Fratelli D’Italia a conferma che è la volontà politica a determinare le scelte. Nessuno degli antifascisti, la patente non la da certo Cima né il suo partito responsabile del grave disastro in cui versa il paese, ha picchiato o menato nessuno. Anzi abbiamo pure scortato un camerata al di là delle linee della polizia chiaramente sottolineando come fanno i leoni quando sono dieci contro uno e come diventano codardi a numeri invertiti. Franco Cima vuole insegnare a noi l’antifascismo ma non è in grado. Ci ricorda soltanto l’atteggiamento della Democrazia Cristiana che negli anni ’70 parlava di opposti estremismi, di fatto, mettendo fascismo e antifascismo sullo stesso piano. Vuole ricordarci chi è Casa Pound e nemmeno lo sa scrivere perché scrive Casa Paund con la “a”. Non pretendiamo che conosca la pronuncia inglese ma farebbe bene ad essere più umile e soprattutto farebbe bene ad esprimere solidarietà alla candidata alla camera dei deputati di Potere al Popolo Luna Caddeo che è stata strattonata da un poliziotto. Le cariche della polizia sono avvenute su manifestanti inermi, tutti a viso scoperto, che hanno avuto la sola colpa di attraversare la strada. Tra i feriti una nostra compagna di settanta anni, immaginiamoci quale azione facinorosa stava compiendo. Divertente il siparietto tra dirigenti della DIGOS e uomini della celere che discutevano tra loro perché non concordavano sul come gestire la piazza. Il signor Franco Cima non era presente ma come tutti i politicanti parla di cose che non conosce. Strumentale il tentativo di tirare per la giacchetta l’ANPI. ma non erano su fronti opposti lo scorso 4 dicembre al referendum costituzionale e non ne hanno detto peste e corna in quella campagna elettorale. E’ evidente che i dirigenti del PD cambiano idea a secondo delle convenienze su ANPI, fascismo e antifascismo come su qualsiasi altra cosa.

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Un sabato con la carta pesta al Cantiere Sociale grazie ai Burlamatti e alla Ludoteca Indiani del Quartiere

Burlamatti e ludoteca indiani del quartiere organizzano una giornata di attività carnevalesca e sociale per il quartiere Varignano. Dopo il successo del carnevale Varignano di giovedì grasso, sabato al cantiere sociale via Belluomini 18 ci sara attività di cartapesta, merenda e musica gratuita per il quartiere.
Vi aspettiamo numerosi e numerose per un carnevale popolare e libero.
Cantiere Sociale Versiliese
Posted in Senza categoria | Leave a comment

Cinque circoli ARCI di Viareggio e Versilia dissentono dalla decisione nazionale dell’ARCI di non partecipare al corteo di Macerata

I circoli ARCI dei Viareggio e della Versilia, C.R.O. Darsene, G.O.B., Officina Dadaboom, CRO SOLAIO e scuola popolare Pancho Villa, proprio in virtù dei valori di quello Statuto che hanno sottoscritto ed a cui si sentono di appartenere, vogliono esprimere il totale dissenso nei confronti della posizione presa dalla dirigenza nazionale dell’Arci ed invitano tutti gli iscritti a partecipare alla manifestazione del 10 febbraio a Macerata, per urlare forte il proprio antifascismo e per dimostrare che, nonostante il sistema stia sdoganando certi partiti di estrema destra e filofascisti (ne sono una dimostrazione i fatti di Massarosa di questa sera, quando un gruppo di compagni antifascisti sono andati a contestare un’iniziativa di Casapound e sono stati caricati dalla polizia) noi non facciamo passi indietro ma restiamo fermi sui valori che i nostri Partigiani ci hanno tramandato.

C.R.O. Darsene, G.O.B., Officina Dadaboom, CRO SOLAIO, scuola popolare Pancho Villa

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sui fatti di Massarosa prendono posizione Cantiere Sociale, Repubblica Viareggina, Potere al Popolo e Communia

Il Cantiere Sociale Versiliese ha partecipato stando in prima fila alla mobilitazione antifascista a Massarosa. I gravi fatti di Macerata e tutto il clima di xenofobia e razzismo che sta montando in tutto il paese ha responsabilità precise. I fascisti di Casa Pound non devono avere alcuna agibilità politica e ieri hanno dovuto svolgere la loro assemblea scortati e blindati. Mentre dentro il municipio facevano saluti romani e si raccontavano le loro demagogiche proposte politiche fuori la polizia caricava ingiustificatamente i manifestanti che non si facevano intimorire e si ricomponevano. Ieri eravamo in piazza a Massarosa come lo eravamo il 25 settembre quando facemmo allontanare quattro brutti ceffi neofascisti venuti in quell’occasione a contestare la decisione del consiglio comunale di votare un ordine del giorno che negava gli spazi ai fascisti. Quell’ordine del giorno approvato è stato, di fatto, disatteso ieri sera dal PD e dal suo sindaco Franco Mungai. C’è chi l’antifascismo lo vive come esercizio quotidiano e chi lo usa come slogan elettorale questa è la differenza tra noi e il centrosinista.  

Cantiere Sociale Versiliese

 

Come promesso ieri sera ci siamo ritrovati davanti al Comune di Massarosa per cercare di frenare la scellerata scelta di far parlare ancora una volta in un luogo pubblico esponenti del movimento neofascista Casa Pound.
Non ci fermeranno di certo le cariche della polizia, ci ritroverete in piazza ogni qualvolta lo riterremo necessario!
Vogliamo però denunciare la solita e aspettata mala gestione della piazza e solidarizzare con tutti i compagni e le compagne colpiti ingiustamente dalla repressione e dai manganelli di Minniti. Una nostra compagna di settanta anni è stata colpita da una manganellata in molto vigliacco mentre parlava.
Quanto è accaduto è principalmente responsabilità del sindaco Franco Mungai del PD che poteva trovare alternative legali per non concedere ai fascisti del terzo millennio la sala. Mungai non ha voluto disattendendo anche la delibera che avevano votato a settembre. Si tratta di un grave atto di incoerenza. Ci teniamo a ribadire che gli antifascisti che erano in piazza ieri sera era nel rispetto della costituzione e delle leggi Mancino e Scelba altrettanto non si può dire di chi si è fatto scortare come un criminale per fare la loro adunata xenofoba e razzista.

Repubblica Viareggina

 

‘A Massarosa stasera come a Pavia e Torino e altre città assistiamo ad una gestione dell’ordine pubblico scellerata e irresponsabile’, afferma Potere al Popolo di Viareggio. ‘Cariche, manganellate e provocazioni gratuite. L’incapacita del sindaco del PD Franco Mungai ha rischiato di provocare dei seri problemi di ordine pubblico nel centro di Massarosa, non avendo mantenuto la promessa di negare gli spazi a forze neofasciste come aveva votato in un ODG in consiglio comunale con la sua maggioranza il 25 settembre scorso. Di fronte all’antifascismo aventiniano delle forze del centro sinistra e delle loro strutture sociali e sindacali di consenso. Abbiamo deciso di sostenere un antifascismo popolare e sociale che si riprende le piazze con decisione e coerenza affrontando i manganelli della polizia di Minniti, che a freddo senza alcuna motivazione plausibile ha caricato provocando diversi contusi, tra cui una signora 70enne. Dopo queste tensioni abbiamo deciso di occupare simbolicamente la sede del PD che giudichiamo tra i principali responsabili dello sdoganamento fascista e del grave clima di intolleranza che si respira nel Paese. Sosteniamo dunque oggi più che mai la scelta di manifestare sabato a Macerata, dove la mano terrorista di un ex candidato della Lega Nord stava per compiere una strage. Come Potere al Popolo continueremo a presidiare le piazze e i quartieri per impedire agibilità a chi spaccia odio e intolleranza’.

Potere al Popolo Viareggio e Massarosa

La marea nera!
Oggi Casapound, ha presentato la sua lista per le candidature al parlamento nella sala consigliare del comune di Massarosa.
Proprio in quella sala il 25 settembre scorso, il consiglio comunale a maggioranza PD, si era espresso in maniera ferma e netta per negare spazi pubblici a organizzazioni di chiaro stampo fascista.
Promessa non mantenuta, infatti come da pronostici, i fascisti del terzo millennio, si sono presentati in pompa magna, forti dell’ 8% che li vede in consiglio comunale nella limitrofa Lucca, nonostante la nomea di picchiatori che li vede come imputati per diverse risse e aggressioni.
Il clima teso anche dai recenti fatti di cronaca, ha portato ad un presidio unitario convocato dall’ANPI che ha visto la partecipazione di un centinaio di partecipanti.
Ma all’arrivo dei movimenti antifascisti versiliesi, il clima si è subito surriscaldato, e la polizia non ha esitato minimamente a caricare “democraticamente” ferendo diverse persone.
La reazione e la rabbia, hanno portato all’occupazione simbolica della sede del PD di Massarosa, individuata come complice della legittimazione di casapound.
Questo è il clima che si respira nella “rossa Toscana”, ma come un po’ in tutta Italia, lo sdoganamento di un soggetto politico come Caspound, che genera e fomenta odio verso immigrati e non solo, tutelati come sempre dalle forze dell’ordine.
Da Macerata a Pavia passando per Viareggio, no pasarn!

Communia Viareggio e Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Appello dell’ANPI per una mobilitazione antifascista a Massarosa. Cantiere Sociale, Repubblica Viareggina e Potere al Popolo saranno presenti

Pubblichiamo qui sotto l’appello dell’ANPI e le prese di posizione di Cantiere Sociale Versiliese, Repubblica Viareggina e Potere al Popolo sulla presenza di Casa Pound

MAI PIÙ FASCISMI!
APPELLO PER UNA MOBILITAZIONE A MASSAROSA
Si stanno moltiplicando nel nostro Paese sotto varie sigle organizzazioni neofasciste o neonaziste presenti in modo crescente nella realtà sociale e sul web. Esse diffondono i virus della violenza, della discriminazione, dell’odio verso chi bollano come diverso, del razzismo e della xenofobia, a ottant’anni da uno dei provvedimenti più odiosi del fascismo: la promulgazione delle leggi razziali.
Per questo, uniti, vogliamo dare una risposta umana a tali idee disumane affermando un’altra visione delle realtà che metta al centro il valore della persona, della vita, della solidarietà, della democrazia come strumento di partecipazione e di riscatto sociale.
Per questo, uniti, sollecitiamo ogni potere pubblico e privato a promuovere una nuova stagione di giustizia sociale contrastando il degrado, l’abbandono e la povertà che sono oggi il brodo di coltura che alimenta tutti i neofascismi.
Per questo, uniti, invitiamo le Istituzioni a operare perché lo Stato manifesti pienamente la sua natura antifascista in ogni sua articolazione, impegnandosi in particolare sul terreno della formazione, della memoria, della conoscenza e dell’attuazione della Costituzione.
Per questo, uniti, lanciamo un allarme democratico richiamando alle proprie responsabilità tutti i livelli delle Istituzioni affinché si attui pienamente la XII Disposizione della Costituzione (“E` vietata la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista”) e si applichino integralmente le leggi Scelba e Mancino che puniscono ogni forma di fascismo e di razzismo.
Per questo, uniti, esortiamo le autorità competenti a vietare nelle competizioni elettorali la presentazione di liste direttamente o indirettamente legate a organizzazioni, associazioni o partiti che si richiamino al fascismo o al nazismo, come sostanzialmente previsto dagli attuali regolamenti, ma non sempre applicato, e a proibire nei Comuni e nelle Regioni iniziative promosse da tali organismi, comunque camuffati, prendendo esempio dalle buone pratiche di diverse Istituzioni locali.
NEL LUOGO SIMBOLO DELLA RESISTENZA A MASSAROSA E DELLA MEMORIA DEI NOSTRI CADUTI, IN PIAZZA TADDEI DI FRONTE AL MUNICIPIO, INVITIAMO PERTANTO ALLA MOBILITAZIONE E ALLA PARTECIPAZIONE GIOVEDÌ 8 FEBBRAIO A PARTIRE DALLE 20.15 CONTRO VECCHI E NUOVI FASCISMI
ore 20.15 ritrovo.
ore 20.45 deposizione fiori di fronte al Palazzo Comunale alla targa di Giancarlo Taddei.
ANPI della VERSILIA Massarosa Camaiore Pietrasanta Viareggio

Apprendiamo con enorme sconforto, che Caspound Italia presenterà la lista elettorale nel municipio di Massarosa domani 8 Febbraio 2018.
Ci domandiamo come possa essere possibile; il 25 settembre il sindaco di Massarosa, prometteva alle cittadine e ai cittadini di non dare più agibilità politica né spazi pubblici a organizzazioni neofasciste, a seguito di fantomatiche manifestazioni sulla sicurezza seguite, anche, da minacce nei confronti del sindaco stesso.
Cos e successo? Caspound e diventata meno fascista? Sono diventati bravi ragazzi?
Ma facciamo un passo indietro per ricordare al sindaco Mugnai chi è Casapound.
Nel 2008 si mettono in risalto per aver preso a cinghiate alcuni studenti durante il movimento dell’ “Onda”, oppure L accoltellamento davanti al Federico II di Napoli, per passare all omicidio suicidio di Casseri a Firenze a danno di alcuni ragazzi senegalesi e le diverse “scorribande” nella movida lucchese, e non ultima, la relazione con il clan Spada ad Ostia.
Caro sindaco, queste sono solo alcune delle vili aggressioni che questi “bravi ragazzi ” attuano in tutto il paese nascondendosi dietro la falsa maschera di associazione di promozione sociale.
Ed è per questo caro sindaco, che le chiediamo di mantenere con coerenza la promessa fatta il 25 Settembre in consiglio comunale, perché alle belle parole seguano anche i fatti.
Cantiere Sociale Versiliese

Egregio Signor Sindaco di Massarosa Franco Mungai
Le scriviamo in merito alla sua decisione di concedere la sala consiliare del Comune di Massarosa agli esponenti di CasaPound per la presentazione dei candidati alle prossime elezioni politiche.
Come organizzazione politica apertamente antifascista e antirazzista ci teniamo a ribadire che certi soggetti di stampo neofascista, legati anche come si è visto recentemente alla famiglia Spada quindi alla camorra, non debbano avere all’interno dei territori alcuna agibilità.
Non possiamo continuare a concedere spazi a chi ancora oggi semina un’ideologia suprematista, autoritaria, razzista e di palese stampo fascista.
Abbiamo visto lo scorso Sabato a cosa porta questa propaganda e tutti noi abbiamo il dovere di ostacolarla sia nella teoria che nella pratica ( e mai più di oggi c’è bisogno di pratica) e questo per il bene di tutta la comunità, dei valori e della memoria.
Speriamo in un vostro ripensamento ma dobbiamo anche informarla che qualora lo spazio venisse confermato noi saremo al nostro posto, pronti a presidiare qualsiasi luogo, sia pubblico che privato, al fine di soffocare e di respingere qualsiasi rigurgito fascista.
Repubblica Viareggina

Egr. Sindaco Franco Mungai , in veste di primo cittadino di Massarosa,
la invito a ricordarsi e fare mente locale dei climi tesissimi nati durante e dopo il consiglio comunale dove si firmava la delibera che doveva servire nel non concedere gli spazi alle organizzazioni che si richiamano al fascismo e al razzismo.
Senza tornare troppo indietro nel tempo , gli atti terroristici di matrice fascista accaduti nella civilissima città di Macerata confermano che il razzismo non è un residuo che ci lasceremo alle spalle ma un mostro che più credi di averlo ammazzato e più risorge, prendendo sfaccettature celate da una finta democrazia che di democratico non hanno nulla.
Non si può continuare a negare che Lega e Casa Pound non siano altro che rigurgiti fascisti osannati dal più becero populismo.
Permettere a questi esponenti di estrema destra di entrare nelle sale del municipio è insultare la memoria passata presente e futura di chi ha versato il proprio sangue per darci la libertà e liberarci dal fascismo.
Bisogna avere il coraggio di alzare la voce nei momenti in cui tanti scelgono un prudente silenzio.
Luna Caddeo candidata alla camera per Potere al Popolo!

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Soddisfazione al Coordinamento “No Asse” per le oltre 2300 firme raccolte

Il coordinamento No Asse, formato da vari cittadini e associazioni, ha raccolto oltre 2300 firme, in meno di due mesi, con l’obbiettivo di intraprendere un percorso partecipativo intorno all’asse di penetrazione. Le firme saranno inviate sia al sindaco che alla regione. Il coordinamento nella conferenza stampa, tenutasi martedì 6 febbraio al CRO Darsene, ha ribadito la contrarietà dal tracciato a Sud dello stadio, esprime soddisfazione per il risultato ottenuto ma nonostante che l’obbiettivo del numero di firme stabilito sia stato ampiamente superato continueranno con i banchetti perché è comunque un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il Gruppo Autonomo ha disertato la trasferta di Forte dei Marmi per protestare contro il biglietto nominale

Il Gruppo Autonomo Viareggio, tifosi della squadra di hockey del CGC Viareggio ha comunicato, con una nota stampa, che in occasione del derby nella trasferta di Forte dei Marmi, valevole per il campionato di serie A1, dove è stato imposto il biglietto nominale, non ha presenziato all’interno del palazzetto continuando a portare avanti con coerenza la propria battaglia contro questi inutili provvedimenti restrittivi.
No alla repressione, no al nominale si alle trasferte libere!

Posted in Senza categoria | Leave a comment

I comitati della sanità contro Giorgio Del Ghingaro

I comitati della Sanità hanno protestato davanti al municipio di Viareggio, martedì 6 febbraio, contro la mancata partecipazione del sindaco Giorgio Del Ghingaro al consiglio comunale congiunto di tutti i comuni della Versilia che si è svolto il 1 febbraio a Forte dei Marmi. Pubblichiamo qui sotto integralmente il volantino distribuito.

SANITA’ PUBBLICA?!
Un’offesa ai pazienti, agli utenti, ai cittadini e alle cittadine

“Sicuri si cambia”, una delle note frasi, della propaganda elettorale del sindaco di Viareggio. Da quando si è insediata l’attuale giunta sono trascorsi quasi tre anni e in materia di sicurezza e salute per i cittadini “cosa ha cambiato”?
Il 1° febbraio si è tenuto a Forte dei Marmi il Consiglio congiunto aperto e straordinario dei Comuni della Versilia, di Camaiore, Massarosa e Viareggio. Consiglio richiesto da mesi dai Comitati mobilitati a difesa della sanità pubblica e contro il de-potenziamento dell’Ospedale unico della Versilia e dei distretti sanitari territoriali. Volutamente assente, il sindaco di Viareggio, continua a snobbare ogni proposta partecipativa proveniente dai Comitati e dai cittadini, che hanno fatto la loro buona parte affinché si tenesse questo “Consiglio”.
Nell’occasione del 1° febbraio a Forte dei Marmi abbiamo denunciato la gravità della situazione sanitaria sul territorio, proponendo un “tavolo di lavoro” (o lo si chiami: osservatorio, laboratorio …), tra chi è sinceramente interessato ai problemi della sanità e della salute dei cittadini, e vuol intervenire sulle pesanti criticità per la ricerca di soluzioni positive nell’interesse di pazienti, utenti, cittadini/e.
E il sindaco di Viareggio cosa fa? Ci pare pensi solo ad altro. Occuparsi e preoccuparsi della sanità come abbiamo fatto in questi mesi, e con i consigli intercomunali del 28 dicembre ’17 a Camaiore e del 1° febbraio ’18 a Forte dei Marmi, è per lorsignori solo una perdita di tempo!
Ricordiamo al sindaco di Viareggio (come lo ricordiamo ai sindaci degli altri Comuni) che è proprio il suo ruolo di garante della salute e della sicurezza di tutti i cittadini che continua a non svolgere.
Solo con la partecipazione popolare possiamo contrastare concretamente e realmente il processo di smantellamento della sanità pubblica!

Comitato contro lo smantellamento dell’Ospedale Unico Versilia e dei servizi sanitari territoriali
Comitato Sanità della Versilia Storica

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Potere al Popolo aderisce alla manifestazione di Macerata e invita a tenere gli occhi aperti contro il fascismo

“Leghista, candidato nel comune di Corridonia, simpatie fasciste tanto che al suo arresto si è avvolto nel tricolore esibendo saluto romano. Questo è l’identikit del terrorista che ha sparato su persone inermi ferendone 7 a Macerata in perfetto stile terroristico, lo stesso usato dall’Isis a Parigi e Londra.

Questa è stata la risposta da “padroni a casa nostra” all’omicidio della giovane Perla  per cui è già stato arrestato un cittadino di nazionalità nigeriana.
Non sono mancati nemmeno gli appoggi politici come quello da parte di Forza Nuova a rimarcare la matrice dell’attentato!
La campagna elettorale si macchia di sangue, spari e feriti. Sangue che ha mandanti politici e morali nemmeno tanto difficili da trovare.
La campagna di odio che Salvini e i gruppi di estrema destra hanno portato avanti in questi anni ha oggi trovato il naturale e drammatico epilogo.
Mentre alcuni riabilitano il fascismo, si usano parole come razza per distinguere le persone, il buonismo di certa (sedicente) sinistra verso forme di xenofobia e razzismo ha fatto si che si potesse arrivare ad un attentato del genere.
Da oggi tenere gli occhi aperti non basta più…
Potere al Popolo aderirà alla Manifestazione Antifascista e Antirazzista indetta a Macerata per Sabato 10 Febbraio”.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Cantiere Sociale: “Nessun agibilità politica ai razzisti come Salvini”

Ma quale pazzo!?
La marea nera continua a crescere, sempre di più, fomentata da Salviniani proclami razzisti, non chiamatelo pazzo, perche sarebbe semplicista e stupido, non chiamatelo pazzo, perché in grado di candidarsi con la Lega Nord, e farsi tatuare in faccia il simbolo di terza posizione, non chiamatelo pazzo, perché chi annuncia di fare una “strage” è consapevole di quello che andrà a fare.
È per questo che da anni continuiamo a ribadire che la Lega Nord ed il suo segretario non devono avere agibilità politica nelle nostre città, perché portatori di odio e violenza.

Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment