Anche io ho comprato droga e quale sarebbe il problema?

“Basta ipocrisia! Basta moralismi pelosi! Basta coi talebani di casa nostra sempre pronti a scagliare pietre contro chi ha pagliuzze nell’occhio non volendo vedere, magari, la trave che ha nel proprio. Se è notiziabile il fatto che un prete sia stato fermato con della cocaina è altrettanto vero che bene hanno fatto i giornalisti a non fornire le generalità, perché non si tratta di un reato penale e forse nemmeno di un peccato dato che non ricordo, a memoria, passi del vangelo che vietano esplicitamente l’uso di tale sostanza. La gente, che morbosamente, sui social vuole il nome e il cognom non ha imparato niente dalla lezione del leghista Luca Morosini; beccato con la droga dopo aver diretto per anni, magistralmente la macchina propagandistica del razzismo, dell’intolleranza e dell’odio anche verso i tossicodipendenti. L’ipocrisia è dura a morire. I benpensanti e i bigotti sono sempre pronti a far suonare le sirene del proibizionismo e la criminalità organizzata ringrazia. Basterebbe non nascondere la testa come fanno gli struzzi e guardare la realtà in faccia per rendersi conto che almeno il 50% dei giovani ha fatto uso una o più volte di sostanze psicotrope e che se ci limitiamo all’ haschish questa percentuale sale ben oltre il 70% Sono tutti drogati? No, nella maniera più assoluta. Sono tutti disturbati di mente? Non meno di tanti che passano la loro vita davanti alla TV o sui social network. La dipenenza sta nel rapporto tra oggetto e soggetto e non nel semplice consumo di una sostanza.Capisco che questa società continui a stigmatizzare certi comportamenti che però sono sempre meno minoritari. Conosco avvocati, medici, imprenditori, insegnanti, studenti e oprerai che usano sostanze e quindi non mi meraviglio se le usa anche un prete che è un uomo come gli altri.Ora si vuole il nome del prete che ha comprato droga, chissà per quale fine? Se non quello ignobile del linciaggio mediatico. Io il nome del prete non lo conosco e non lo voglio sapere ma un altro nome di persona fermata che cercava di comprare sostanza stupefacente lo posso fare ed è quello del sottoscritto, Mario Giannelli. Un paio di sere fa, dopo tanto tempo, che non fumavo due canne mi è venuta voglie e mi sono deciso ad andare a comprarle. Essendo illegali ho cercato uno spacciatore che per fortuna o purtroppo, dipende dai punti di vista non ho trovato. Ho incontrato una pattuglia di poliziotti in borghese che mi ha fermato e in modo professionale e corretto mi ha chiesto i documenti ma poi non trovandomi niente mi ha lasciato andare. Ma in passato specie quando ero più giovane ho comprato spesso sostanze stupefacenti e allora? Dovrei sentirmi in colpa per questo? Dovrei vergognarmi di questo? Assolutamente no. La differenza tra un leghista o un fratellino di Italia o chiunque voglia fare del moralismo e chi, invece, fa politica nel mondo antagonista, libertario e anticapitalista sta in questo non doversi vergonare.. Non c’è alcuna cosa da nascondere. Non c’è nessuna ipocrisia di fondo. Anzi ora più che mai è necessario rilanciare la lotta per l’antiproibizionismo e legalizzare tutte le sostanze. “

Mario Giannelli

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Anche in Versilia scatta la solidarietà a Mimmo Lucano.

La pesante e insensata sentenza contro Mimmo Lucano condannato a 13 anni e 2 mesi ha visto molte reazioni anche in Versilia e la proclamazione di un presidio spontaneo previsto per, oggi, venerdì 1 ottobre alle ore 18 Dalle bacheche facebook di varie realtà si possono leggere prese di posizioni importanti.

Repubblica Viareggina scrive: “Piena solidarietà a Mimmo Lucano colpevole di solidarietà. Non staremo in silenzio di fronte ad una sentenza scandalosa e lavoreremo per costruire il massimo della mobilitazione unitaria. Domani alle ore 18 ci ritroviamo sul molo di Viareggio assieme a chiunque creda nella solidarietà tra le persone e i popoli #noistiamoconmimmolucano “

Potere al Popolo della Versilia scrive: “Noi stiamo con Mimmo Lucano senza se e senza ma! La sentenza che lo condanna a 13 anni e 2 mesi puzza di vendetta. Auspichiamo che in appello sia fatta giustizia ribaltando questo giudizio di primo grado che ci lascia sbigottiti. Siamo pronte e pronti a mobilitarci per esprimere a Mimmo il massimo della solidarietà. Domani saremo al presidio al molo di Viareggio alle ore 18.”

Durissimo il giudizio del Collettivo “Dada Boom”: “

LA GIUSTIZIA ITALIANA È UNA MONTAGNA DI MERDA! Mimmo Lucano condannato a 13 anni e 2 mesi di reclusione per aver concretamente costruito, a Riace, pratiche di accoglienza e solidarietà verso i migranti. E’ una vendetta politica che non ha niente a che fare con la giustizia. Esprimiamo la nostra solidarietà e la nostra totale complicità con Mimmo Lucano e con l’ideale di accoglienza che è stato capace di concretizzare nel suo territorio.La giustizia italiana è una giustizia classista che usa due pesi e due misure lascia in libertà e fa prescrivere reati ai responsabili della strage di Viareggio come Mauro Moretti, assolve chi ha condotto la trattativa tra stato e mafia vedi Marcello Dell’Utri. E si accanisce con chi costruisce umanità come Mimmo Lucano, con chi difende la Natura come Nicoletta Dosio, Dana ed Emilio Scalzo, con chi come Eddi ha combattutoi terroristi dell’ISIS ed è arrivata ad arrestare persino il leader catalano Carles Puigdemont ospite ad Alghero. Tutto questo è inaccettabile! Saremo presenti, e invitiamo tutt* a partecipare, domani alle 18 al molo di Viareggio. L’unica giustizia è quella proletaria.

Non una di Meno Viareggio rincara la dose: “L’Italia è il paese in cui per i femminicidi si usa come attenuante la gelosia e si dimezzano la pene. E si condanna #MimmoLucano in primo grado dal Tribunale di Locri a 13 anni e 2 mesi di carcere nel processo Xenia sul modello Riace. 13 anni! Quasi il doppio di quello che aveva chiesto il pm. Si condanna un uomo che non si è mai arricchito di un solo euro, un uomo che ha provato a cambiare la storia dell’immigrazione. Si condanna l’idea che un altro mondo sia possibile.Caro Mimmo, eravamo con te ieri, lo siamo ancor di più oggi, lo saremo domani.”

L’ARCI sulla sua pagine afferma: “Anche noi di Arci Lucca Versilia saremo presenti oggi alle ore 18 alla passerella del molo di Viareggio per esprimere solidarietà a Mimmo Lucano! Saremo presenti perchè non possiamo accettare una sentenza così vergognosa, che non ha niente a che fare con la giustizia.Saremo presenti per esprimere la nostra vicinanza umana e politica a un uomo che ha sempre agito per il bene delle persone.Saremo presenti perchè siamo tutt* Mimmo Lucano!

Anche Articolo 1 della Versilia esprime solidarietà a Mimmo Lucano ed invita a partecipare al presidio. Inviti a partecipare al presidio anche da Viareggio Meticcia e Cantiere Sociale Versiliese

Posted in Senza categoria | Leave a comment

I Chicci d’Uva e il Corso di magia per bambini al Cantiere Sociale Versiliese.

l’Associazione “I Chicchi d’Uva” da mercoledì 20 ottobre organizza un corso di magia per bambini dai 9 anni in su presso il Cantiere Sociale Versiliese in via Belluomini 18 Sconto per fratelli e sorelle.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Repubblica Viareggina chiede le dimissioni di Marialina Marcucci.

“Il temporale che si è abbattuto, durante il secondo corso di carnevale, su Viareggio era stato ampiamente previsto. Bastava ascoltare gli esperti meteo per evitare di correre inutili rischi, ma ancora una volta le logiche del profitto a tutti i costi hanno prevalso sul buonsenso. Un comportamento irresponsabile da parte della fondazione carnevale ha messo a repentaglio i carri ma soprattutto la vita delle persone. Fortunatamente non ci sono stati feriti. Un vecchio adagio recita: ” Per forza non si fa nemmeno l’aceto.” Evidentemente la signora Marialina Marcucci non è a conoscenza di questo modo di dire. Di fronte a tanta incapacità auspichiamo che rassegni il prima possibile le dimissioni dall’incarico di presidentessa. Non si tratta di polemiche perché tutti abbiamo a cuore la manifestazione più importante della città ma non si può nascondere la polvere sotto il tappeto.”

Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Legambiente Versilia critica l’assessore di Viareggioall’ambiente Pierucci per il suo intervento allo sciopero del clima.

I giovani FFF e la giunta comunaleLa giornata di ieri ha rappresentato l’occasione per rafforzare un’alleanza tra i ragazzi e le ragazze di Fridays For Future ed i diversi movimenti ambientalisti che si battono per la difesa del nostro territorio, dal Coordinamento “La Lecciona non si tocca” a “Le voci degli alberi” ad “Apuane libere”, alle associazioni ambientaliste storiche. Giovani festosi e determinati che hanno sfilato da Piazza Mazzini fino al Comune.Dove è stato sconfortante dover constatare come l’amministrazione comunale viareggina non abbia perso l’occasione per dimostrare tutta la propria arroganza ed insensibilità anche nei confronti diquesti giovani, che sono stati costretti a terminare il corteo ed il momento assembleare stretti tra le auto del parcheggio antistante il Comune, nonostante le norme anti-Covid, essendo stato lorovietato di fermarsi sotto il palazzo comunale, privandoli anche della dignità riconosciuta finora a qualunque altro movimento di dissenso che abbia voluto manifestare di fronte al proprio interlocutore naturale.Quando poi hanno voluto chiedere conto delle promesse fatte dal Consiglio Comunale nella seduta del 10 dicembre 2019 e non mantenute, tra cui prendersi cura ed aumentare il verde in città ol’impegno di Viareggio di diventare capofila dei comuni della Versilia sul tema ambientale per fare pressione sulla regione Toscana, l’assessore Pierucci, che dopo varie insistenze è sceso a parlare coi ragazzi, non ha saputo fare di meglio che decantare quanto fatto dall’Amministrazione per la gestione della raccolta differenziata.Di fronte all’insistenza della piazza per una risposta pertinente, non ha saputo fare di meglio che girarsi e tornare nella sua roccaforte.Veramente questi ragazzi meritano di meglio: continueremo a lottare insieme per la difesa dell’ambiente, il nostro in primo luogo, e per essere ascoltati da chi detiene il potere e può davvero restituirci un futuro che non sia fatto solo di macerie ma si realizzi nel rispetto di tutti gli esseri viventi.

Legambiente Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Invito a donare al gattile per ricordare Leonardo Ciuti.

Gli amici di Leonardo Ciuti, il compagno del Dada Boom e del Cantiere Sociale Versiliese, recentemente scomparso hanno raccolto e consegnato al gattile di Viareggio una quota di denaro. Il gattile di Viareggio, situato in Darsena zona Ballipedio, ha preso in custodia dodici gatti che appartenevano a Leonardo. Chi volesse può ancora donare al gattile tramite il Codice Iban IT94P0503424869000000119401 oppure versare il 5 per mille Codice Fiscale A.s.a.v. della dichiarazione dei redditi 91024640467.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

E’ tornata la ludoteca “Indiani del Quartiere” assieme al mercatino contadino “Liberi Tutti.”

Come tutti gli ultimi venerdì del mese anche a settembre si è svolto, al Cantiere Sociale Versiliese, il mercatino “Liberi tutti”, un mercatino contadino e artigianale ricco di prodotti genuini dove è possibile trovare dalle mele alle mandorle, dai formaggi al vino, dai pomodori al pane passando direttamente dal produttore al consumatore. Per l’occasione è tornata anche la ludoteca “Indiani del Quartiere” con un piccolo laboratorio manuale sull’autunno.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Ecosocialisti in piazza per lo sciopero del clima.

Qui sotto il testo del volantino distribuito al corteo dello sciopero per il clima.

“Salutiamo con grande entusiasmo il ritorno dello sciopero per il clima e le mobilitazione del Fridays For Future.

Al Pianeta resta poco tempo quindi è giusto far sentire la nostra voce. Tuttavia, non basta, solo, protestare. Occorre avere una reale proposta alternativa sulla produzione. Il sistema capitalista che genera sfruttamento dell’uomo sull’uomo e dell’uomo sull’ambiente ha miseramente fallito. Tutte le proposte di transizione ecologica, o green economy non sono altro che imbrogli. Si tratta di fuffa per permettere a chi pensa solo al profitto di continuare a galleggiare mentre il pianeta affonda. Serve un radicale cambiamento e serve adesso! Serve un sistema economico e sociale diverso che produca nell’interesse della collettività, salvaguardando i beni comuni e la natura. Pensare di riportare in Italia il nucleare, come qualche politicante propone, è semplicemente criminale. Dobbiamo partire dalla difesa del nostro territorio perché lo slogan “Pensare Globale Agire Locale” ha un suo fondamento pratico e teorico. Per questi motivi ci battiamo al fianco di chi difende la riserva naturale della Lecciona dalla costruzione di una ciclovia invasiva, che avrebbe già il suo naturale percorso sul Viale dei Tigli, per questo diciamo no a nuove colate di cemento e strade dannose, come quella dell’asse di penetrazione che stuprerebbero il parco. E giusto difendere ogni albero da un possibile abbattimento ed è altrettanto giusto metterne a dimora nuove piante, come abbiamo fatto al parco della Vetraia, ma occorre, soprattutto, prendere consapevolezza che fino a che esisterà il sistema di produzione capitalistico il pianeta sarà in pericolo per questa ragione guardiamo ad una altra idea di società. Una società che vogliamo essere anticapitalista, antirazzista, transfemminista ed ecosocialista.

Guai a rassegnarci! La lotta paga sempre!

I ritardi nella costruzione della TAV, il pronunciamento del tribunale contro i licenziamenti dei lavoratori della GKN e i diritti conquistati negli ultimi vent’anni dal mondo LGBTQA+ ci dimostrano che lottando si può vincere. Vogliamo lottare per costruireuna nuova società e salvare il pianeta!”

Ma quale Green Economy, Basta Capitalismo!

Salviamo il pianeta con l’Ecosocialismo!

Ecosocialismo Viareggio e Versilia

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, Cantiere Sociale Versiliese. Museo Popolare Giak Verdun, Potere al Popolo Versilia, Repubblica Viareggina

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sciopero del clima diverse migliaia di giovani in piazza in Toscana. Striscioni in difesa della Lecciona a Viareggio e Pisa.

Diverse centinaia di giovani studenti, anche a Viareggio, sono scesi in piazza nella giornata mondiale dello sciopero del clima. I Fridays For Future sono tornati in tantissime città europee. In Toscana ci sono stati cortei in moltissime città da Firenze a Livorno, da Lucca a Pisa. Si tratta di un segnale importante, per chi vuole provare ad impedire la distruzione dle pianeta. Molti i cartelli e gli striscioni, a Viareggio, che hanno caratterizzato un corteo colorato che è partito con un po’ di ritardo da Piazza Mazzini. Alcuni interventi e la foto dello striscione in difesa della Lecciona con i ragazzi sulla tribuna del carnevale e poi il corteo. E proprio la difesa della Lecciona è stata una delle lotte che ha caratterizzato questa giornata. Lo striscione del coordinamento della Lecciona ha aperto il corteo del FFF a Viareggio ma era presente anche alla manifestazione di Pisa. Il corteo è terminato davanti al municipio con microfono aperto. Tra i vari interventi quello dell’assessore all’ambiente che non ha saputo rispondere a chi lo incalzava per le tante contraddizioni che ha questa amministrazione sulle politiche ambientali. Insomma un penoso tentativo di strumentalizzazione non andato a buon fine.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sabato 25 e domenica 26 torna il mail art happening”Esserci senza esserci.”

A cura di _guroga e Enzo Correnti, con la collaborazione del Collettivo Dada Boom Viareggio e con testo di presentazione di Chiara Lorenzetti torna dopo un anno di assenza il mail art happening “Esserci senza esserci.” Si tratta di un evento che ha sempre riscosso un grande successo e che vede la partecipazione di artisti dal tutto mondo. Quest’anno per la prima volta si terrà nel nuovo spazio di RiCreAzione in via Belluomini 18 al Varignano. Oltre alla mostra di Arte Postale, la scaletta sarà ricca di eventi collaterali, performance, musica, video-art, danza, poesia e dei contributi esterni di improvvisazione. Chi non vuole perdersi questo evento sabato 25 e domenica 26 settembre potrà intervenire dalle ore 18 presso lo spazio di RiCreaAzione.

Posted in Senza categoria | Leave a comment