Dopo il grande corteo del 18 maggio, con diecimila persone, continua la lotta della GKN.

Exif_JPEG_420

Da giorni le lavoratrici e i lavoratori della GKN di Campi Bisenzio sono accampati con le tende, a Novoli, sotto il palazzo della regione per chiedere che sia discussa dal consiglio regionale la loro proposta di legge sui consorzi pubblici che salverebbe l’azienda e lo farebbe dentro un coerente percorso di transizione ecologica.

Questa mobilitazione segue la manifestazione del 18 maggio a Firenze, quando ancora una volta migliaia e migliaia di persone sono scese in piazza per difendere non solo il diritto al lavoro ma per costruire un immaginario altro. La lotta della GKN ha avuto il merito di unire attorno a se altre lotte ma non si è mai trattato di una sommatoria di vertenze, bensì del convergere di percorsi alti. E anche il 18 maggio infatti in piazza si vedeva la lotta per il lavoro e la lotta per la difesa dell’ambiente, il no alle spese militari e alla guerra, la solidarietà alla Palestina e molto altro. Quella che è stata una lacerazione profonda di tutto il 900, da una parte la lotta per il lavoro e dall’altra la lotta per la salute e l’ambiente, è stata superata dalla GKN non solo da un punto di vista ideologico ma, essenzialmente, su di un terreno pratico. La produzione sotto controllo operaio può essere amica della natura più di qualsiasi capitalismo verde e questo grazie alle lavoratrici e ai lavoratori di GKN è divenuto un fatto.

Il corteo è partito da via dei Martiri dove a febbraio c’è stata la strage operaia nel Cantiere Esselunga. Cinque morti e tre feriti per il profitto capitalistico. Per sottolineare, ancora di più, l’importanza della sicurezza, il corteo è stato aperto dai familiari della strage di Viareggio e dai ferrovieri che da anni si battono per avere giustizia e verità per la strage ferroviaria del 29 giugno 2009, che costò la vita a trentadue vittime innocenti anche esse morte per colpa delle più perverse logiche del profitto capitalistico.

Dietro una fiumana rossa e viola fatta dalle lavoratrici e dai lavoratori della GKN con lo striscione “Insorgiamo.” Si respira la dignità della classe operaia e con essa dell’intera città di Firenze che cerca un riscatto. “Nessuno fermerà la rabbia operaia!” E’ uno degli slogan che si sente. Il corteo è vivace e colorato e dai palazzi la gente applaude o saluta a pugno chiuso. Forse non ci sono i numeri delle manifestazioni passate ma sono sempre tante e tanti che sono scesi in piazza per solidarizzare con questa lotta, per convergere e insorgere. Ci sono quelli di Apuane Libere che difendono la montagna dall’estrattivismo compulsivo dei padroni del marmo. C’è il Comitato No Comando NATO che vuole impedire che i guerrafondai atlantisti rubino altri pezzi di territorio alla collettività. C’è Rimaflow la fabbrica autogestita senza padroni di Milano. Rimaflow da anni porta avanti una pratica di mutuo soccorso mettendo assieme precari, migranti, disoccupati, disabili, artigiani, artisti, agricoltori biologici, comunità e associazioni del territorio. In piazza anche Fuori Mercato autogestione in movimento. La manifestazione è plurale. C’è la comunità palestinese, con tante donne, che chiedono la fine del genocidio a Gaza. C’è la comunità trans che si batte contro l’ennesima decisione discriminatoria del governo Meloni. Ci sono gli studenti e i lavoratori dell’università. Ci sono anche i partiti della sinistra radicale e i sindacati di base che cercano di imparare da questa importante lotta operaia.

Alla fine nonostante questura e giornali padronali cerchino di sminuire anche questa volta almeno diecimila persone sono scese in piazza.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Per i COBAS il sindaco Giorgio Del Ghingaro non è interessato alla sicurezza dei lavoratori ma a distruggere la pineta per i padroni della nautica.

“La tragica morte di un operaio della Kme di Bagni di Lucca è solo l’ultima di un’interminabile scia di infortuni mortali sui luoghi di lavoro: uno stillicidio quotidiano che si consuma ormai nell’indifferenza generale, soprattutto delle istituzioni a tutti i livelli. Non ci sorprende quindi quello che è accaduto in Consiglio Comunale a Viareggio pochi giorni fa. Il consigliere di opposizione Nicoletti infatti aveva proposto una mozione elaborata dal PCI Versilia che prevedeva l’istituzione di un osservatorio permanente intercomunale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro: in collaborazione con le Asl e le autorità competenti, questo organo avrebbe permesso di indagare, ed eventualmente di intervenire su una questione così importante e drammatica vista la situazione attuale. La giunta comunale ha bocciato la proposta. Come dicevamo la cosa non ci sorprende, ma ci disgusta: ancora una volta l’attuale Giunta Del Ghingaro dimostra apertamente che non ha alcun intento a tutelare le lavoratrici e i lavoratori. Hanno ancora una volta preferito il calcolo politico, ovvero non dare alcuno spazio alle proposte della minoranza, all’interesse generale. L’istituzione di un osservatorio poteva essere un segnale di responsabilità e attenzione in un contesto lavorativo, come ad esempio quello della nautica, dove la giungla degli appalti non permette la reale tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Evidentemente la Giunta Del Ghingaro preferisce tutelare gli interessi dei padroni della Nautica, distruggendo la pineta per costruire una pista ad uso esclusivo dei cantieri navali.”

Cobas Lavoro Privato Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Camaiore Popolare contro i tagli alla sanità e il fatto che sia tolta alla comunità l’automedica.

“Camaiore, primi mesi del 2024: l’ASL Toscana Nord-Ovest decide di togliere alla comunità un servizio essenziale come la presenza di un’#automedica sul territorio comunale.

Sarà sostituita da un’ambulanza con infermiere e volontari, persone che si trovano a fronteggiare situazioni di emergenza portando sulle spalle sempre più anni di tagli a personale e servizi sanitari.

Premettiamo fin da subito che non è nostra intenzione svalutare il preziosissimo lavoro svolto ogni giorno da infermieri, infermiere e volontarie e volontari. Il punto su cui vogliamo mantenere alta l’attenzione è la soppressione di un servizio veramente importante per la comunità.

Ci sembra doveroso porre l’attenzione sull’estensione del Comune di Camaiore, un territorio abitato da più di trentamila persone e che comprende più di venti frazioni, dal mare alle montagne: può un’automedica proveniente dai comuni limitrofi promettere una rapidità d’intervento sicura, efficiente e adeguata alle esigenze di un così grande numero di cittadini, in un territorio così esteso?

E infine la nostra riflessione cade su un tema dibattuto da anni: è mai possibile che servizi riguardanti la sanità debbano sempre essere sottoposti a tagli, riduzioni e controllo delle spese al centesimo?

La questione arrivata in Consiglio Comunale grazie alla petizione firmata da centinaia di cittadini e cittadine, ma ancora non sembrano esserci novità. Ebbene, noi non vogliamo che il dibattito su una questione così importante per il territorio si esaurisca: sulla sanità non si risparmia e, di conseguenza, nemmeno sulla salute e sulla vita dei cittadini e delle cittadine.”

Gruppo consiliare di Camaiore Popolare

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Per Repubblica Viareggina le parole di Del Ghingaro sulla mozione respinta che chiedeva sicurezza sul lavoro sono sconcertanti.

“Un altro morto sul lavoro nella nostra provincia. Questa volta è toccato ad un operaio a Fornaci di Barga. Di fronte a simili drammi troviamo sconcertante il comportamento del consiglio comunale di Viareggio che ha respinto un’ordine del giorno per istituire una commissione intercomunale sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Troviamo ancor più sconcertanti le parole che il sindaco, Giorgio Del Ghiongaro, ha rivolto al consigliere comunale Tiziano Nicoletti che lo presentava. Del Ghingato ha detto: “E’ un favore a Paolo Annale e al PCI.”

Altri sono i favori. E sono quelli che tanti politici fanno ad imprenditori compiacenti. La cronaca è piena di episodi del genere come le tristi vicende di Genova ci mostrano.

La Sicurezza sul lavoro, come il diritto all’abitare, sono temi che riguardano tutta la cittadinanza.

Lo stesso ordine del giorno è stato approvato a Camaiore, Massarosa e persino a Lucca.

Come Repubblica Viareggina cogliamo l’occasione per ringraziare e solidarizzare con il consigliere comunale di Spazio Progressista Tiziano Nicoletti. Ringraziarlo perché di fatto è l’unica reale voce di opposizione in consiglio comunale portando le istanze di chi è fuori da quell’assise. Solidarizziamo, inoltre, con lui per gli sguaiati attacchi di Salemi, Mei e Zappelli.”

Repubblica Viareggina.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Respinta dal consiglio comunale la proposta del PCI di una commissione sulla sicurezza sul lavoro. Gravi le motivazioni del sindaco di Viareggio.

“Nella seduta del 9 maggio u.s il Consiglio Comunale ha preso in esame la mozione presentata dal consigliere Tiziano Nicoletti, che riprendeva una proposta del PCI, relativa all’istituzione di una commissione permanente sulle questioni relative alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Come spiegato in diverse altre occasioni, la mozione aveva lo scopo di richiamare le Amministrazioni al proprio ruolo politico, per promuovere la tutela della qualità del lavoro, la sua dignità e quella dei lavoratori e delle lavoratrici.  L’obiettivo quindi non era quello di istituire una Commissione sulla carta, né tanto con fini ispettivi, che la legge attribuisce ad altri specifici Enti, ma che, attraverso un confronto attivo, avesse quello di infondere nella propria comunità sociale, produttiva, lavorativa una nuova e necessaria cultura del lavoro.        

Il consiglio comunale ha ritenuto di non dover accogliere la proposta che è stata così respinta. Addolora, avendo ascoltato le argomentazioni a riguardo, la totale mancanza di comprensione dello spirito della mozione che “non serviva né al PCI” né tantomeno doveva “accontentare Paolo Annale”, per riprendere le parole del Vice Sindaco.

Accogliere l’istanza presentata, così come hanno fatto molti altri Comuni, sarebbe stato un importante tributo di attenzione e di rispetto nei confronti di coloro che, anche sul nostro territorio comunale, affrontano lavori precari, sottopagati, mancanti di tutele, che richiederebbe ben altro atteggiamento culturale. Ancora una volta questa Amministrazione si è dimostrata supponente e lontana dagli interessi delle classi più disagiate. “

Partito Comunista Italiano – Federazione di Lucca e Versilia

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Per M5S, Sinistra Italiana, Spazio Progressista e Repubblica Viareggina molti dei lavori annunciati dal sindaco sono rimasti lettera morta.

Si è svolta presso la sala d’ascia maestri e calafati, in via Coppino in Darsena, la conferenza stampa unitaria di Movimento Cinque Stelle, Sinistra Italiana, Spazio Progressista e Repubblica Viareggina. Forte la critica alle politiche dell’amministrazione Del Ghingaro.

Partendo da un’analisi del dossier “Viareggio Capitale della Cultura 2024”, dove il sindaco prometteva interventi per oltre 100 milioni di €, allegando un crono programma lavori, ad oggi rimasti lettera morta, i rappresentanti delle quattro forze politiche hanno parlato di lavori pubblici, spesa pubblica, tasse comunali, sociale, emergenza abitativa, sport, ambiente e priorità amministrative e progetti futuri.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Due sfratti rinviati a Viareggio. La soddisfazione di AS.I.A. USB e Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare per il risultato.

“Continua l’emergenza abitativa nella città di Viareggio ma continua anche la lotta di chi, come noi, non si arrende.

Stamane 14 maggio un doppio picchetto antisfratto è riuscito a rinviare due sfratti esecutivi: uno al Marco Polo e l’altro in centro in zona mercato. Due famiglie in difficoltà economiche rischiavano di finire in mezzo alla strada, per morosità incolpevole, ma la solidarietà, l’autorganizzazione e la lotta sono riuscite, almeno, per il momento ad impedire un triste epilogo.

Mentre ce ne andavamo dal secondo picchetto una persona ci ha raggiunto e ci ha detto: “Meno male ci siete voi a Viareggio che aiutate chi è in difficoltà.”

AS.I.A. USB Viareggio

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Successo per il libro di Roberto Gambini, un fumetto che racconta la morte di Morganti e la nascita della Repubblica Viareggina il 2 maggio 1920

Sala gremita, alla Lega Maestri d’Ascia e Calafati in via Coppino in Darsena per la presentazione della Graphic Novel “Storia Dimenticata” di Roberto Gambini. Il fumetto che parla delle giornate rosse di Viareggio e della nascita della Repubblica Viareggina nel 1920. Il contesto è quello del biennio rosso e l’evento che vide protagonista la citta di Viareggio, in particolar modo, le sue donne nacque a seguito del primo morto in una partita di calcio: il derby Viareggio Lucchese.

L’iniziativa promossa dal Comitato 2 Maggio ha visto l’adesione della Lega Maestra d’Ascia e Calafati, della CGIL, dell’ANPI, di Hop Frog, del Collettivo Dada Boom, di Spazio Progressista e Repubblica Viareggina.

Iniziative come questa sono importanti perchè tengono viva la memoria storica di una città ribelle e aiutano a costruire un immaginario per il futuro.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Il comitato per la difesa della sanità pubblica ha promosso una ciclopedalata dal Versilia al Tabarracci.

Per difendere la sanità pubblica dalle privatizzazioni e dalle lunghissime liste di attesa che minacciano la salute di tutte e tutti, si è svolta sabato 11 maggio una ciclopedalata. L’iniziativa, promossa dal Comitato per la difesa della Sanità pubblica Versilia Massa Carrara, è partita dall’ospedale unico della Versilia di Lido di Camaiore per arrivare all’ex ospedale Tabarracci di Viareggio. Striscioni e biciclette hanno caratterizzato un’iniziativa di lotta molto importante e vivace in un periodo in cui il governo taglia sulla sanità e spende in armamenti.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Lo sgombero delle case della stazione occupate è rinviato ad ottobre.

“Dopo il rinvio dello sgombero della prima casa occupata della stazione, oggi, è arrivato anche il rinvio ad ottobre per la seconda casa occupata. Come AS.I.A. USB e Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare esprimiamo soddisfazione per questo risultato. Risultato che è il frutto della lotta. Continueremo a mobilitarci per il diritto all’abitare. Continueremo a denunciare i tanti immobili che Fs lascia in stato di abbandono. Continueremo a denunciare l’incapacita di questa amministrazione comunale e a chiedere le dimissioni dell’assessora Sara Grilli che si è sempre rifiutata di dialogare con i sindacati e il movimento di lotta per la casa.”

AS.IA. USB Viareggio

Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare

Posted in Senza categoria | Leave a comment