Ultimo saluto a Daniele Franceschi


Si sono svolti, oggi sabato 23 ottobre, nella chiesa di Sant’Antonio di Viareggio i funerali di Daniele Franceschi. Rinnoviamo alla madre, Cira Antignano, le nostre sentite condoglianze e ci uniamo al coro di chi chiede verità e giustizia sulla vicenda. L’esito dell’autopsia non fa luce sui fatti. Il fatto che la salma sia rientrata in Italia senza organi la dice lunga. Inoltre ammesso che non sia stato picchiato rimane il fatto che esiste un’omissione di soccorso. Daniele aveva detto di stare male e le autorità francesi avevano il dovere di curarlo. Purtroppo nelle carceri francesi, come del resto in quelle italiane, esistono soprusi, inefficienze, sovraffollamento e mancanza di assistenza. “Giustizia per Daniele” recitava uno striscione esposto fuori dalla chiesa dai compagni del CAAV e di altre realtà cittadine. “Basta morti nelle carceri! Basta omicidi di stato!” era scritto su un altro. L’avvocato Aldo Lasagna annuncia battaglia e afferma che la storia non finisce qui. Intanto per mercoledì 27 ottobre alle ore 21.30 è prevista un’assemblea pubblica al cantiere sociale versiliese per decidere come proseguire la mobilitazione per fare luce su queta vicenda e per denunciare che non si deve morire di carcere. Proprio un anno fa moriva Stefano Cucchi arrestato per pochi spinelli, picchiato, mal curato e lasciato morire in modo atroce. La giustizia di paesi quali l’Italia e la Francia è debole con i forti e forte con i deboli. Cosi mentre si discute di Lodo Alfano per garantire l’impunità del mafioso di Arcore nelle carceri si continua a stare male e a morire. E’ una vergogna che denunciamo con forza e ci conferma come la giustizia sia parte integrante di un sistema di potere quello capitalistico altro che barzellette sulle “toghe rosse” come raccontano il piduista di Arcore e i suoi compari.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× sei = 6