Altri tre sfratti rinviati in due giorni!


Continuano con successo i picchetti antisfratto promossi dall’unione inquilini. Martedì 5 febbraio c’è stato un picchetto in via Petri 21 B, alla Migliarina, che è servito a far slittare uno sfratto esecutivo. Il 6 febbraio ben due sfratti esecutivi sono stati rimandati; grazie alla presenza di militanti dell’Unione Inquilini, del circolo Caracol, del CAV e della Casa Rossa Occupata; alla data del 18 aprile. Un buon risultato che mostra l’importanza della solidarietà e della mobilitazione. Le due case in questione, situate rispettivamente in via delle Acacie e via delle Marmore, alterminetto, sono di proprietà dei genitori dell’ex assessore al sociale Vittorio Fantoni. Gli affitti, circa 1100 euro mensili, venivano pagati dall’amministrazione comunale alla famiglia di un proprio assessore. C’è a chi questa pratica appare normale e a chi, invece, appare scandalosa. Tuttavia, la domanda: “se ci sia stato o meno un conflitto di interesse?” ci appare sacrosanta. Le passate amministrazioni non hanno fatto niente per affrontare il drammatico problema abitativo anzi lo hanno aggravato. A lanciare l’allarme c’è anche, Andrea Antonioli, ex candidato alle primarie a sindaco di Viareggio per SEL. Antonioli, giustamente, afferma che bisogna intervenire subito e non aspettare la prossima amministrazione. Ricordiamo che a Viareggio si voterà alla fine di maggio e numerosi sono gli sfratti prima di quella data. L’unione inquilini, e tutte le realtà di movimento che partecipano attivamente ai picchetti, chiedono una sospensione immediata di tutti gli sfratti fino a che non vi sia un reale piano casa che affronti il problema in modo risolutivo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


7 − = sei