Da dove inizia la liberazione? Iniziativa antispecista al Dada Boom a cura de “Les Trois A”

“Les Trois A” presenta Domenica 17 giugno, all’Officina Dada Boom in via Minghetti 12 a Viareggio, una serata di discussione sull’antispecismo. Il programma della serata prevede alle ore 19:00 dibattito e riflessione sulle forme di resistenza e lotte anarco-antispeciste. La serata proseguirà con una gustosissima cena per finanziare il pregetto Agripnk. Interverranno: CONTAGIO ANTISPECISTA Antispecismo o barbarie: Approcci libertarazionisti verso l’autodeterminazione del vivente ALFREDO MESCHI
TOTAL LIBERATION ORE 20:30 CENA a sostegno di AGRIPUNK.

Pubblichiamo un contributo alla discussione

Antispecismo e animalismo (liberazione e gerarchie) <<..Per “animalismo” si intende quella corrente di pensiero fondata sul rispetto per gli animali non umani (Si useranno I termini “animali umani e non umani” solo per una maggiore chiarezza di esposizione, e non per rimarcare quella linea di confine che idealmente separa gli umani dai non umani in base al concetto, discutibile, di specie biologica). L’antispecismo si differenzia (in maniera profonda) dall’animalismo perché, dal momento che anche l’essere umano e’ un animale, considera anche le problematiche legate alla discriminazione, allo sfruttamento e al dominio comprendendo anche gli animali umani. Inoltre, riconoscendo un legame tra la discriminazione e il dominio in base alla specie e la discriminazione e il dominio in base ad altre caratteristiche, reali o presunte, come la razza, il genere, l’orientamento sessuale, la classe sociale, l’abilità fisica e altre, l’antispecismo assume quella connotazione politica necessaria per opporsi al dominio, al potere, nelle sue dis-funzioni, alle gerarchie, alle istituzioni, alla società verticale (in essa la competizione tra abili e non abili in concetto generale) in cui un gruppo di individui privilegiati prevarica i gruppi di individui considerati inferiori (per le caratteristiche sopra elencate). Già da questo si può capire che l’antispecismo e’ totalmente incompatibile con ideologie di destra, autoritarie, reazionarie, discriminatorie e totalitarie; e ha come fine la liberazione di tutti gli animali, umani e non, e la creazione di una società orizzontale, basata sui valori della solidarietà e del rispetto e sui diritti fondamentali di tutti gli animali, in quanto esseri capaci di provare dolore e piacere e di ricordare queste sensazioni per evitare il dolore e per cercare il piacere, quindi capaci di autodeterminarsi, come, del resto, dimostrano le varie esperienze di resistenza animale, animali che fuggono o si ribellano allo sfruttamento. Ovviamente per diritti fondamentali si intendono I diritti naturali e inalienabili, non certo diritti concessi da autorità e istituzioni che, come detto in precedenza, sono per forza di cose e naturalmente sistemi oppressivi. L’antispecismo quindi considerato come “movimento” filosofico, politico e culturale che lotta contro l’antropocentrismo e l’ideologia del dominio veicolata dalla società umana..>> Contagio, domani a Viareggio……partecipate

Contagio Antispecista

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 + sei =