Pietrasantini in piazza per difendere i ventiquattro alberi che l’amministrazione vuole abbattere.

Stamane più di un centinaio di persone si è riunita, in Piazza Statuto a Pietrasanta, per difendere gli alberi che l’amministrazione di centrodestra vorrebbe abbattere. Sarebbero ben ventiquattro le piante, che l’amministrazione guidata dal sindaco Giovannetti vorrebbe eliminare. Molti sono alberi in perfetta salute a cui le pietrasantine e i pietrasantini sono affezionati visto che c’erano da prima delle loro nascite. La protesta di stamani, ben sorvegliata da carabinieri e polizia, arriva dopo una raccolta di firme che ha riscosso un notevole successo. In piazza si è presentato anche il PD ma i manifestanti hanno preteso che ammainase le bandiere. Il PD a Pietrasanta, perché è all’opposizione, si schiera formalmente contro l’abbattimento degli alberi, mentre a pochi kilometri di distanza dove governa come a Viareggio è a favore di progetti scellerati come l’asse di penetrazione e la ciclovia all’interno di una riserva naturale come la Lecciona. L’ipocrisia e l’opportunismo di questo partito non è sfuggito a chi era in piazza oggi e ha preteso che le bandiere del partito di Letta non fossero esposte. A noi non interessa l’ambientalismo di facciata, quello che parla di assurde transizioni ecologiche dell’anno 2050. A noi interessa un modo diverso di intendere il rapporto tra l’uomo e la natura e questo modo diverso lo chiamiamo ecosocialismo e autogoverno.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − uno =