Due battaglie per Enrico Marchetti quella per divenire sindaco di Camaiore e quella contro la malattia.

Due battaglie per l’artista e combattivo Enrico Marchetti. A Camaiore Enrico è conosciuto e stimato. L’ex professore dell’INAPLI di Viareggio, tanto amato dai suoi allievi, e impegnato da anni nell’assistenza e nel sociale, con l’amore per la politica, quella dal basso, quella che non si separa mai dal sociale ha annunciato tramite i social della scoperta di un tumore proprio mentre sta per partire la campagna elettorale che lo vede candidato a sindaco per la lista Camaiore Popolare. Un fulmine a ciel sereno che, però, non rovinerà la sua primavera, perché lui non rinuncia, anzi rilancia. Enrico, con coraggio, si dice pronto ad affrontare tutte le sfide che ha davanti: sia quella della malattia sia quella di dare alla sua città un’alternativa migliore a quella dello stantio schema centrodeststra centrosinistra. Enrico sa di non essere solo. Al suo fianco c’è la famiglia e i tantissimi amici oltre naturalmente ai due partiti politici che lo sostengono: il Partito della Rifondazione Comunista e Potere al Popolo. L’ex presidente della circoscrizione 1, Camaiore Centro, è ricordato da tutti per l’impegno profuso per fare abbattere le barriere architettoniche e per fare realizzare una spiaggia libera attrezzata ma soprattutto è conosciuto per la sua umanità e voglia di stare in mezzo alla gente. Enrico Marchetti è un uomo di popolo ma non è un uomo qualunque ha dentro se la capacità di rielaborare le tante esperienze artistiche, politiche, sociali, professionali realizzate nella sua vita e mettersi a disposizione degli altri. Anche il fatto di parlare con tranquillità della sua malattia è uno sprono per tutti a non arrendersi, una dimostrazione di coraggio e soprattutto di empatia. Non possiamo che fare il tifo per lui e sostenerlo.

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


4 − tre =