Ancora denaro pubblico gettato in processi ridicoli. Solidarietà ai contestatori di Salvini.

*La notizia del ricorso in appello, da parte del pubblico ministero titolare dell’indagine, per due militanti antirazzisti e antifascisti viareggini che contestarono Matteo Salvini, nel maggio 2015, ha dell’incredibile. Dopo un decreto penale di condanna impugnato dai militanti e un processo che vide l’assoluzione in formula piena di tutte e tutti i 28 imputati. La procura non fece ricorso in appello come avrebbe potuto ma, dopo un paio anni, il PM Antonio Mariotti di riaprire le indagini togliendole alle forze di polizia e affidandole ai carabinieri. Nonostante il principio del “bis in idem”, che impedisce che una persona possa essere processata due volte per lo stesso reato, due militanti finirono nuovamente sotto processo e di nuovo ci fu una sentenza di assoluzione piena. Evidentemente, però, il PM non ancora pago ha deciso di ricorrere in appello per reati che saranno estinti dalla prescrizione nel 2023. Le accuse pretestuose dei leghisti si sono sciolte, come neve al sole, nei due dibattimenti.
Più che sottolineare il tema dell’accanimento repressivo verso i movimenti sociali, nessuno si farà male per questo ennesimo e inutile procedimento penale, ci preme porre l’attenzione su come denaro pubblico, tempo ed energie siano sprecati. In una città dove la malavita e la criminalità organizzata intrecciano le proprie tele, si perde tempo in processi ridicoli che hanno però un costo economico per l’intera collettività. E pensare che le forze di centrodestra per anni hanno parlato di magistratura politicizzata e hanno invocato la responsabilità civile e penale dei magistarti. Ma si sa la coerenza è merce rara. Da parte nostra esprimiamo solidarietà agli imputati ma soprattutto alla cittadinanza che deve pagare per eccessi di zelo, usiamo questo eufesmismo, un processo che non porterà da nessuna parte.”

AS. I. A Viareggio, Brigata Mutuo Sociale per l’Abitare, Cantiere Sociale Versiliese, Cobas Viareggio, Collettivo “Dada Boom”, Potere al Popolo Versilia, Repubblica Viareggina

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 7 = dodici